Finardi (Vinile cristallo) Warner Music
cover of article Genere: Elettronico, New Wave, Pop, Rock
Lato A
1.Trappole
2.Mayday
3.Valeria come stai?
4.Computer
5.Patrizia

Lato B
1.Prima della guerra
2.Piccola stupida
3.F104
4.Oltre gli anelli di Saturno
5.Le stelle stanno ad aspettare

WG Image LP CHF 39.90

Note

Remastered Edition 40° Anniversario 2021 / Edizione limitata numerata

Sono passati 40 anni dall'uscita di "Finardi", uno degli album considerati "di passaggio" nella discografia dell'artista. L'album viene ora riproposto con audio completamente rimasterizzato su CD ed LP in edizione limitata e numerata con vinile cristallo.

Eugenio Finardi, arrivava dall'avanguardia milanese degli anni '70 e, dopo un periodo piuttosto movimentato e segnato dal trasferimento a Londra, ritrovò negli studi del Castello di Carimate, una nuova linfa creativa che, grazie all'esperienza britannica, gli permise di realizzare un album influenzato dalle nuove correnti musicali.

In questo disco desiderava adeguarsi alla nuova corrente inglese, voleva abbandonare il vecchio rock anni '70 per arrivare ad un genere musicale più essenziale, una new wave pulita e diretta, ricca di elettronica e di commistioni pop-dance ma, soprattutto, avrebbe voluto cantare in inglese - Fonit Cetra lo convinse ad abbandonare l'idea dell'inglese e per i testi venne coinvolto lo storico paroliere dei Pooh, Valerio Negrini - e così le canzoni cantate in inglese vennero recuperate un anno più tardi nell'album "Secret Streets!"

L'album prodotto da Angelo Carrara rappresentò un momento veramente cruciale per la canzone italiana oltre che per la carriera dell'artista. La copertina di Mario Convertino è un bellissimo esempio di contemporaneità e si adegua allo stile minimale dell'arte grafica di quegli anni con un ritratto del cantautore celato da una chitarra Exile Custom in plexiglas trasparente, creata appositamente per Finardi da Roberto Milanesio della Glass Master. Il disco suonava per quell'epoca "molto moderno" e ancora oggi è in grado di emozionare. Una chicca da segnalare: nel brano "Valeria come stai?" troviamo il feat. sorprendente di Lucio Dalla al clarinetto.