Vola vola Caligola Records
cover of article Genere: Jazz
1.Ninna nanna
2.One Day I'll Fly Away
3.Jeanne y Paul
4.Corale
5.Blossom
6.Sus ojos se cerraron
7.Sogno di primavera
8.Touch Her Soft Lips and Part
9.Vola vola vola
10.Soledad

WG Image CD CHF 24.30

Note

La ricerca, anche nell’improvvisazione, di linee melodiche incisive e senza fronzoli sembra caratterizzare il linguaggio musicale di Daniele Di Bonaventura, specie quando imbraccia il bandoneon. Non è un caso che la sua poetica intima e raffinata trovi alcune delle sue migliori espressioni nella formazione del duo. Oltre a quello storico e collaudato che lo lega a Paolo Fresu, vanno ricordati, fra i più recenti, quelli con i pianisti Giovanni Ceccarelli e Giovanni Guidi, ma anche il duo con il chitarrista polacco Maciek Pysz in «Coming Home», dove peraltro può mettere in mostra anche il suo sottovalutato talento pianistico.

In questa nuova e recente registrazione ad esser chiamato in causa è ancora il pianoforte, suonato dall’amico Michele Di Toro. Una spiccata e naturale sensibilità melodica accomuna i due musicisti, che han trovato nelle comuni radici abruzzesi (più lontane per Daniele, nato e residente nelle Marche) il filo conduttore per coronare con un disco una collaborazione che ha già qualche anno di vita, evidente nella scelta del brano che gli dà il titolo (con l’elisione di un “vola”), raro esempio di canzone popolare italiana dialettale non napoletana di successo internazionale.

È un interplay magico e sottile, frutto di reciproca conoscenza e rispetto, quello che si instaura sin dalle prime note della sognante 'Ninna nanna', eseguita in apertura, e che accompagna il duo anche nelle esecuzioni degli altri nove brani, solo in parte originali. Se Carlos Gardel ed Astor Piazzolla sono da sempre fra gli autori più frequentati da Di Bonaventura (una menzione speciale va in ogni caso alla toccante esecuzione di 'Soledad'), hanno rappresentato invece una vera e propria scoperta le suadenti e nostalgiche melodie dell’inglese William Turner Walton ('Touch Her Soft Lips and Part', dalla colonna sonora del film “Enrico V”, di Laurence Olivier) e di Joe Sample ('One Day I’ll Fly Away'), qui ripresa da una bella versione del trombonista-cantante svedese Nils Landgren. Un lirismo che a tratti sa essere struggente, senza apparire per questo mai banale o caramelloso.