Sonata a Kreuzberg Contempo
cover of article Genere: Musica d'autore, New Wave, Rock
1.Unterwegs
2.Alabama Song
3.Ein dunkel Herr
4.Der Räuber und der Prinz
5.In the Garden
6.Afraid
7.Paul ist tot
8.Bette Davis Eyes
9.Hundsgemein
10.Kebab Träume
11.Berlin
12.Superfly
13.Allarme
14.La città imperiale

WG Image CD USD 39.20

Condividere

Note

"Sonata a Kreuzberg" è il nuovo album di Massimo Zamboni insieme ad Angela Baraldi (voce) e Cristiano Roversi (pianoforte e ritmiche).

Colonna sonora dello spettacolo teatrale "Nessuna voce dentro - Berlino millenovecentottantuno", tratto dall’omonimo romanzo pubblicato da Einaudi nel 2017, Sonata a Kreuzberg raccoglie e rielabora in una forma completamente nuova e senza derive nostalgiche grandi capolavori di quegli anni a ridosso (in senso lato) del 1981, quando Zamboni decise di trascorrere la sua estate a Berlino (come racconta nel romanzo), ai quali si aggiungono quattro brani inediti: due di Zamboni e due di Roversi. Perché le canzoni dell’album - riletture in bianco e nero, scarne come le ossa, ripulite dagli eccessi estetici di quegli anni per farne esplodere il carattere contemporaneo - non sono soltanto perle di una storia musicale, piuttosto sono i brani più significativi per la giovinezza di Massimo e per la sua esperienza berlinese. Da "Bette Davis Eyes" di Kim Carnes a "Kebab Träume" dei DAF, passando per "Berlin" di Lou Reed e "In the Garden" degli Einstürzende Neubauten, fino ad arrivare ad "Afraid" di Nico e a una chicca come "Alabama Song" di Bertolt Brecht e Kurt Weill, "Sonata a Kreuzberg" è la sua personale “guida sonora alla città delle macerie”.