Cor Veleno 2018
Lo spirito che suona (Vinile + 45 giri) Cor Veleno Records
cover of article Genere: Hip Hop
LP 1 - Lato A
1.L'antifona
2.Non costa niente (feat. Adriano Viterbini)
3.Servono pietre (feat. Adriano Viterbini)
4.Queste strade (feat. Johnny Marsiglia)
5.Qualunque cosa accada (feat. Madman)

LP 1 - Lato B
1.Niente in cambio (feat. Giuliano Sangiorgi, Roy Paci)
2.Sacrosanto
3.Città di vetro (feat. Mezzosangue)
4.Pepita Bluemoon (feat. Marracash)

LP 2 - Lato A
1.Rap tha Casbah
2.Il nome del tuo esercito
3.Conta su di me (feat. Coez)
4.Lo spirito che suona (feat. Giuliano Sangiorgi)

LP 2 - Lato B
1.Shut tha Fuck Up
2.Una rima, una jam (feat. Coez & Gemitaiz)
3.Tutta la vita
4.A pieno titolo (feat. Danno)

45 giri - Lato A
1.L'imbastita

WG Image 2 LP + 7'' USD 47.00

Condividere

Note

I Cor Veleno tornano con un nuovo lavoro: "Lo spirito che suona". È un progetto corale, con alcuni dei più grandi artisti che compongono la musica italiana. L'album è il primo lavoro dopo la morte del rapper Primo, membro della band.

Prodotto da Squarta e Gabbo Centofanti della squadra Rugbeats, le rime di Primo e Grandi Numeri delineano un nuovo corso del rap in Italia, portando ancora una volta una boccata d'aria fresca nella scena musicale locale, con arrangiamenti tra i denti e testi ispirati come mai.

Risultato di esperienze importanti come l'evento “PR1MO", l'album rappresenta un nuovo passo nella carriera della band. Il concerto tutto esaurito all'Atlantico di Roma, ha riunito i principali rappers della scena italiana in un live show di due ore. Il brivido di essere tutti, sia il pubblico che gli artisti sul palco, riuniti ancora una volta per rendere omaggio al loro comune amico, ha portato al desiderio di portare oltre i confini di una singola notte, lo spirito di Primo.

Lo spirito del rap, che sembra ancora più forte oggi che il genere ha finalmente raggiunto lo spazio meritato.

Tra le collaborazioni si ricordano la scena rap italiana (Coez, Gemitaiz, Mezzosangue, Marracash, Madman, per citarne alcuni), e vere leggende del pop come Giuliano Sangiorgi dei Negramaro. Diciassette tracce che catturano l'ascoltatore e fotgrafano il paese come un drone, ma dal basso. Trascinando le gioie e le ferite della vita quotidiana in suoni a metà strada tra i migliori Kendrick Lamar, Trentmoeller e Johnny Cash.