Leone Sinigaglia - Romanza e Humoresque op. 16, Concerto per violino op. 20, Regenlied  Novità  Tactus
cover of article Genere: Classico
Tracklist non disponibile

WG Image CD USD 31.80

Condividere

Links

-

Note

Una figura da riscoprire quella di Leone Sinigaglia, compositore ebreo nato a Torino il 14 agosto 1868 e ivi deceduto per sincope, il 16 maggio 1944, di fronte alle milizie venute per arrestarlo all’Ospedale Mauriziano, dove aveva cercato rifugio dalla persecuzione nazi-fascista. Durante il periodo di formazione nella propria città natale, Sinigaglia soggiorna spesso a Milano, ove stringe importanti rapporti amicizia con il violinista e compositore Antonio Bazzini, dal 1873 docente di composizione e direttore del Conservatorio di Milano dal 1881, e con i suoi allievi Alfredo Catalani e Giacomo Puccini. Bazzini lo spinge a viaggiare per l’Europa per completare la sua formazione con i grandi nomi dell’epoca, primo fra tutti Brahms, il quale però non accettando allievi, ma riconoscendone il valore, lo ‘dirotta’ sul dotto Eusebius Mandyczewski, didatta di grande fama e titolare della cattedra di composizione del conservatorio di Vienna. Proprio dagli anni viennesi scaturisce il grande capolavoro di Sinigaglia: il concerto per violino e orchestra che vede in questa produzione la prestigiosa esecuzione live di Laura Marzadori, giovane stella del panorama violinistico mondiale e primo violino della Scala di Milano. Completano il cd due brani per violoncello e orchestra eseguiti dal raffinato solista Fernando Caida Greco, e il delicato brano orchestrale «Regenlied». La mano sicura di Marco Zuccarini guida l’Orchestra Città di Ferrara in questo live organizzato dal Comitato per i Grandi Maestri della città estense.