Tobjah 2018
Casa, finalmente Trovarobato
cover of article Genere: Acustico, Indie, Musica d'autore
1.Io mi muovevo
2.Giuro non so che fare
3.La canzone del melograno
4.Non so dove andrò
5.C'è una donna nel mio cuor
6.Come faccio a respirare
7.Casa, finalmente
8.Forte luce

WG Image CD USD 30.20

Condividere

Note

Esordio per Tobjah, nome d'arte di Tobia Poltronieri, uno degli agitatori musicali più attivi d'Italia con il collettivo C+C=Maxigross.

Questo disco narra di un viaggio, forse, ma soprattutto del ritorno a casa e alla propria identità. Ed è un grande racconto di ritorno dove il mare attraversato è il mare del lavoro artistico, del mestiere semplice e complesso di scrivere canzoni. La nave usata per solcare il mare è la più affidabile: una chitarra Martin D-18 del 1973.

D’ora in avanti non si tratta di imitare le forme e lo stile di Dylan, Neil Young o Lennon. Con la scrittura di questo disco Tobjah apre il suo cuore, si mette a nudo, azzera i filtri, convinto che sia questo il processo che dà luogo ad una musica sincera, universale e fuori dal tempo.

Il disco è nato dal vivo. Sera dopo sera nella primavera del 2017, in un lungo tour fatto di piccoli e intimi concerti. Quando i brani sono arrivati in studio, sotto la guida di Miles Cooper Seaton e Marco “Juju” Giudici (i due produttori del disco), erano stati interiorizzati e avevano cambiato aspetto e consapevolezza.

Un disco che è ritorno a casa. Un disco solista realizzato assieme a una moltitudine di compagni e artisti (Enrico Gabrielli, Lino Capra Vaccina, Alessandro Cau, Federico Fenu, Lukasz Kuriat, Gianluca Giusti …).