Levante 2014
Manuale distruzione Inri
cover of article Genere: Pop
1.Non stai bene
2.Cuori d'artificio
3.Memo
4.Le margherite sono salve
5.Sbadiglio
6.Come quando fuori piove
7.Nuvola
8.Alfonso
9.Farfalle
10.Senza zucchero
11.Duri come me
12.La scatola blu

WG Image CD CHF 23.70

Links

>> Facebook

Note

Niente più false partenze: 'Manuale distruzione', l’attesissimo disco d’esordio di Levante, è pronto per il suo definitivo debutto. L’annuncio va così a chiudere lo speciale percorso di un album che ha seguito un tragitto fuori da ogni regola conosciuta, con alle spalle già un trascorso live grazie all’appena concluso tour autunnale de 'Le feste di Alfonso' e alle tre deliziose hit radiofoniche, valse all’artista l’attenzione di Max Gazzè e Fiorello e una speciale menzione da iTunes tra i Nuovi Artisti 2014. Nelle 12 tracce di 'Manuale distruzione' Levante ci racconta come si 'cresce su grandi macerie, quando tutto quello che si impara e che ci istruisce in qualche modo riesce a distruggerci'. Un sapore agrodolce che avevamo iniziato ad assaporare in singoli come 'Sbadiglio' e 'Memo' dove esiste sempre un sottile contrasto tra le emozioni di cui si fa carico la melodia e quelle racchiuse nei testi, uno strappo così evocativo da trasformarsi in immagine. Dall’intensa 'Le margherite sono salve' alla grintosa 'Duri come me' fino al contagioso giro di 'Farfalle', tutto diventa un caleidoscopio di colori. Un album che racchiude diverse anime dell’indie torinese a partire dalla produzione artistica di Alberto Bianco fino alle registrazioni che hanno coinvolto Federico Puttilli e Alessio Sanfilippo dei Nadar Solo, Daniele Celona, Claudio De Marco e Gianluca 'Cato' Senatore (Africa Unite e Giuliano Palma e Bluebeaters) tra il Cavoretto Hills Studio e il MAM Recording di Cavallermaggiore. (Fonte: Inri)