cover of article Genere: Indie, Folk, Musica d'autore, Pop
1.Moving to the City
2.Borrowed Time
3.An Ordinary Friend
4.Agatha of Sicily
5.Tonight's the Night
6.Good Luck Bridge
7.A Well Welcomed Change
8.Johnny Thunders
9.Robert Marvin Calthorpe

WG Image CD CHF 21.80

Links

>> Facebook

Note

'Build a Fire' è un paesaggio al neon che fa da sfondo ad una colazione tra Lucio Fontana, un gatto e Polifemo. Prodotto da A.J. Mogis (il deus ex machina di molti dischi della Saddle Creek Records), impreziosito dagli arrangiamenti di Enrico Gabrielli (Mariposa, Calibro 35), 'Build a Fire' è stato registrato nei prestigiosi Arc Studios di Omaha, Nebraska (dove hanno inciso artisti come Bright Eyes, She & Him e Julian Casablancas). Il risultato sono nove canzoni che, pur affondando le radici nella tradizione americana, spaziano verticalmente in territori variegati: echi di musica minimale vanno a braccetto con il fantasma di Marc Bolan, mentre le colonne sonore dei grandi maestri italiani vengono filtrate attraverso i riverberi di Jeff Lynne. Sul disco sono presenti numerosi contributi di artisti legati alla scena musicale di Omaha: dalle sognanti chitarre di Mike Mogis dei Bright Eyes ('Tonight’s the Night'), all’eterea voce di Jake Bellows dei Neva Dinova ('Good Luck Bridge' e 'Johnny Thunders'). I testi di 'Build a Fire' formano un racconto a nove episodi aventi come filo conduttore il tema del cambiamento. Il disco è popolato da personaggi in egual misura vinti e vincenti: i toni raggianti e solari di 'Agatha of Sicily' e 'Borrowed Time' fanno da contraltare alla rassegnazione e alla sconfitta in 'Robert Marvin Calthorpe' e 'Good Luck Bridge'; l’incendiaria sfrontatezza di 'Moving to the City' e 'A Well Welcomed Change' si contrappone alla pace e alla serenità in 'Tonight’s the Night' e 'An Ordinary Friend'.