Arte? non mi faccia ridere! - La critica d'arte secondo il disegnatore umorista Officina Libraria
cover of article Reparto: Fumetti, Tempo libero

Descrizione

Quelli che guardano gli estintori alle mostre e pensano siano opere d’arte. Quelli che spiegano le opere d’arte fatte a forma di estintori. Quelli che «l’arte moderna non la capisco» e quelli che parlano ore davanti a una tela bianca.

La raccolta di vignette di questo volume vuole attirare l’attenzione su quel disegno umoristico italiano, nato e fiorito nel secondo dopoguerra, che ha contribuito in modo originale e spassionato al dibattito sull’arte antica, moderna e contemporanea, così come ha saputo stigmatizzare molteplici aspetti dell’umano vivere: con semplicità e tirandone fuori sane risate.

Molto spesso quell’aura di enigma, difficoltà, elitarismo o addirittura classismo che il mondo dell’arte gode a sfoggiare come un valore aggiunto all’opera stessa, ottiene esattamente il risultato opposto a quello desiderato. L’umorista interpreta, traduce, strappa il sipario delle apparenze e dell’ossequio per consegnarci un’altra verità col piglio dell’arbitro severo ma neutrale. Smitizzando chi, nel sistema dell’arte, tende a prendersi troppo sul serio, e bacchettando, d’altro lato, chi invece rischia di banalizzare un ambiente senza avere gli strumenti per conoscerlo e giudicarlo: ecco allora un repertorio di pittori improvvisati e neofiti imbarazzanti, mercanti cialtroni e casalinghe perplesse, critici spocchiosi e collezionisti per i quali comprare un quadro non significa godere della sua bellezza, ma di uno status symbol. Il bello è scoprire – come è accaduto a ognuno di noi, almeno una volta nella vita – che la situazione ritratta nella vignetta ci appartiene. Riflette le nostre debolezze, facendoci ridere sopra.
WG Image Libro CHF 23.00

Links

-

Dettagli/Note

Formato: Brossura / Pagine: 240