L'errore di Platini Sellerio Editore Palermo
cover of article Reparto: Narrativa

Descrizione

Anni ’80. In una Viareggio frigida e incolore, Gianni e Sabrina, hanno una vita assolutamente normale, con una triste sciagura: una figlia definitivamente cerebrolesa. Ma una vincita al totocalcio cambia le loro vite.

Pubblicato nel 2006 ma scritto negli anni Ottanta, a rileggerlo oggi questo primo romanzo di Francesco Recami si dimostra una parabola profetica, perché rappresenta, in un racconto «cattivo», il terreno più antico in cui affondano le vere radici di costumi dell’oggi.

Italia profonda. Gianni e Sabrina, trentenni, lui piccolo lavoratore autonomo, lei casalinga, hanno una vita assolutamente, televisivamente, normale, con una triste sciagura: la figlia definitivamente cerebrolesa. Nulla manca alla loro normalità, dal lessico alla messa in piega, e tutto manca alla loro felicità, ma non tanto da renderli infelici. Una sola cosa posseggono sicuramente: loro stessi, l’uno e l’altra e la piccola figlia immota e silenziosa. Finché non arriva una vincita al totocalcio, non così irrisoria da spenderla spensieratamente, ma non abbastanza grande da cambiare la vita. Ma qualcosa deve cambiare inesorabilmente. E ciò che cambia è la coscienza che Gianni e Sabrina hanno di se stessi. D’un tratto si sentono superiori, come se fossero passati dall’altra parte dello schermo. Immaginano di essere diventati in grado di scegliere, padroni di un proprio destino, questo il male che si insinua. E perdono l’unica cosa che possedevano sicuramente. L’errore di Platini è un racconto freddo, pessimista, con una fine naturale e crudele, in cui i personaggi sono messi a nudo – nei pensieri e nei sentimenti – mentre agiscono le leggi dell’egoismo. Scritto con una narrazione estraniante, che sottrae al lettore ogni partecipazione emotiva alla vicenda ma lo confronta con la caratteristica retorica degli anni Ottanta: il miscuglio di vuoto chiacchiericcio e di forza di manipolazione, di egocentrismo e mancanza di individualità, di esaltato sentimentalismo e narcotica indifferenza, di impotenza e prepotenza, da dove provengono le vite lacerate e i loro dilemmi fatali squadernati nelle cronache dell’attualità.
WG Image Libro CHF 21.70

Links

-

Dettagli/Note

Collana: La memoria / Formato: Brossura / Pagine: 136