Il manifesto del libero lettore - Otto scrittori di cui non so fare a meno Mondadori
cover of article Reparto: Studi letterari

Descrizione

In "Il manifesto del libero lettore" di Alessandro Piperno ritroviamo le pagine che ci hanno accompagnato nel corso di questi anni sul Corriere della Sera e dove lo scrittore ci ha illustrato i grandi nomi della letteratura mondiale. Qui Piperno ci riporta le parole belle, dolorose, struggenti, che aiutano a rimorchiare, che danno piacere, di Jane Austen, Tolstoj, Flaubert, Stendhal, Dickens, Proust, Nabokov, Roth e Svevo. Attraverso gli occhi di questi scrittori immensi, lo stesso Piperno ci illustra il mondo e ci conduce per mano verso una delle droghe più innocue ed efficaci che siano mai state create: i libri. Chi vuole leggere lo fa perché ama farlo e perché esso diviene necessità, forza e spudorata arroganza. Non deve essere forzato chi prende in mano un libro e non deve farlo perché la cultura è importante o essenziale perché non riuscirà a capirne il senso, non si godrà a pieno uno dei più grandi piaceri e diritti della vita: leggere. Ma questo non può e non deve essere un dovere. Da questo nasce "Il manifesto del libero lettore", proprio da un principio che dovrà sempre essere libertario e nulla più. Seguendo le orme dei più grandi Alessandro Piperno ci convince così di quanto il mondo diventi una galleria di immagini, di parole e di bellezza attraverso le opere più sincere e più vere che siano mai state create.
WG Image Libro CHF 32.10

Links

-

Dettagli/Note

Collana: Scrittori Italiani e Stranieri / Formato: Cartonato con sovraccoperta / Pagine: 156