Canzoni segrete (Vinile)  Nouveauté  Jazzhaus Records
cover of article Genre: Musica d'autore
Side A
1.Una musica anche domani
2.Di come quando cristo fuori piove
3.Scacciaferro
4.Guarda scende la neve

Side B
1.Come una felicità improvvisa
2.Abbiamo tutti un gioco
3.Prendile se vuoi
4.Senti le cicale

Side C
1.Pizzolungo
2.Léo
3.Immaginarti

Side D
1.Dove ti nasconderai
2.Tutto chiuso!
3.Un'altra vita

WG Image 2 LP CHF 41.60

Remarques

“Canzoni segrete”, il nuovo lavoro discografico di Pippo Pollina, esce in gran parte dell’Europa e in Italia (per Jazzhaus Records e Storie di Note) sia in CD che in doppio vinile. Si tratta del 24° album dell’intensa e prolifica carriera del cantautore palermitano, residente da oltre 30 anni a Zurigo.

Questo è un album che racconta le riflessioni di un poeta, stati d'animo - a volte anche molto intimi - messi in versi e melodie. Il cantautore continua a narrare in musica sogni, speranze, delusioni, attraverso 14 brani che mostrano un artista maturo, nel bel mezzo di una ricerca personale e che continua ad affrontare nuove sfide. Senza dimenticare l’impegno civile che da sempre costituisce un tratto distintivo del suo progetto artistico-musicale. Un lavoro cantautorale ambizioso, un album maturo e coerente, che Pippo Pollina porta sulle scene di tutta Europa in un lunghissimo tour fra il gennaio 2022 e l’agosto 2023, con molto più di 100 date, i primi concerti in Italia all’inizio di Marzo 2022.

“Canzoni segrete” è disponibile solo in versione “fisica”, nei negozi e negli stores on-line autorizzati, sia in CD che in doppio vinile, per scelta dell’artista, non è invece reperibile sulle piattaforme digitali.

L’album contiene quasi esclusivamente canzoni inedite (13 su 14) e le registrazioni sono state effettuate in diversi studi tra Italia, Francia, Germania e Svizzera. Sono oltre venti i musicisti coinvolti nella registrazione, tra cui il polistrumentista Martin Kälberer (che è stato anche produttore e co-arrangiatore dell’album), i chitarristi Jean Pierre von Dach e Titus Vollmer, il bassista Alex Klier e il batterista Leonardo Guadarrama. Si possono ascoltare archi, vari strumenti a fiato, armonica e fisarmonica, e in alcuni brani compare un coro maschile potentemente emotivo. Con una voce ruvida e allo stesso tempo sonora, Pippo Pollina gioisce e discute, chiacchiera e riflette. A volte con un tocco laconico, ma senza mai perdere una fondamentale riverenza per la bellezza del suono e la potenza dell'arte, nella consapevolezza che la musica è un dono. Ecco le basi, nonostante ogni dubbio, per un album ambizioso, maturo e coerente.