Bobby Soul 2020
20/30 Look Studio
cover of article Genre: Funk, Jazz, Soul
1.20/30
2.Tutti elettrici stasera
3.Vorrei andare per la strada a ballare con te
4.Ciao Rosy!
5.Fossi uno che va in voga
6.Ridimensionati
7.Io recapito
8.Finirà

WG Image CD CHF 26.50

Remarques

“Siamo nel 2030 e, per qualche improbabile e improvvisa contingenza, un uomo è costretto a restare mesi in uno spazio angusto che deve condividere con Walter Marino Rizzi, un avvistatore altoatesino di UFO deceduto nel 2002 che avendo in vita appreso l’arte del viaggiare nel tempo decide di collocarsi proprio nell’angusta videocameretta, dove è recluso suo malgrado l’uomo in questione.

Il suo unico spazio di libertà è il sonno e il sogno, pieno di passato ma anche di desideri e progetti.

L’uomo cerca di comunicare invano a un mondo che non riesce più a comprendere e che è altrettanto restio a volersi far comprendere, ma raramente perde il buon umore perchè tutto sommato riesce ad autoalimentarsi e non sta così poi male recluso nella sua audiocameretta con Walter Marino Rizzi.

Certo al risveglio dai sogni vorrebbe solo un po’ di tempo per pisciare in pace.

Ma Walter lo incalza, Walter è estremamente loquace, durante il giorno non può fare a meno di ripetergli quella storia del ’68 in cui aveva visto gli UFO.

Walter è un bravo cristo ma certo l’uomo avrebbe preferito stare insieme a una bella, vivida e vitale rosa oppure sgaiattolare via per farlo veramente.”

Come tutti noi ho passato molto tempo con me stesso. Diviso fra cercare risorse per campare e scrivere pezzi, rubacchiare suoni dalla rete, giocare con la tastiera e le percussioni. Così sono venute fuori queste otto nuove canzoni, che a me appaiono più come caricature di canzoni, disegni, bozze di canzoni. Però sono la onesta cronaca di questi miei due mesi, non so come potrebbero suonare fra un anno, non so cosa saremo tutti noi fra un anno. Ho pensato avesse senso pubblicarle subito e alla fine non ho resistito all’idea di fare una specie di teatrino di canzoni e frammenti sonori tutti fra loro collegati, fra sogno e sogno, usando molto l’immaginazione, perdendomi in un tempo che è corso più veloce di quanto pensassi. Mi ha aiutato come sempre il mio sodale di una vita, Alessio Caorsi, che mi ha mandato le sue chitarre da distante e Matteo Minchillo, anche con lui collaboro da tempo, che mi ha mandato una bellissima parte di piano che accompagna uno dei brani dell’album. Ogni canzone è corredata da un video sgranato, sullo sfondo del panorama che si apriva ogni notte dalla mia finestra.