Fate silenzio Seltz Recordz
cover of article Genre: Indie, Musica d'autore, Pop
1.Chi non dorme
2.Il luogo comune
3.La dieta
4.Le distanze
5.Il Maestro e Margherita
6.Cenere
7.Sofia
8.Amici miei (feat. Cordio)
9.Go to Amsterdam
10.Fate silenzio

WG Image CD CHF 22.80

Remarques

“Questo nostro primo disco è stato per noi cinque quello che l’albume d’uovo è per un buon sour: unisce e amalgama sapori molto diversi tra loro senza che se ne percepisca la sua presenza fondamentale. Negli anni trascorsi, le nostre vite hanno preso strade potenzialmente lontanissime le une dalle altre ma lui è sempre stato qui, nelle nostre teste, e il tempo stesso è stato in verità il nostro bartender. Ci troviamo adesso con questo disco finito, con la speranza che fuori ci sia qualcuno con la giusta sete a cui dare suoni come aromi, parole come sapori e sentimenti, emozioni e storie come i colori sgargianti del cocktail che state già probabilmente immaginando. Buon ascolto, e buona bevuta.” Caleido

Una band atipica i Caleido… straordinariamente maturi per la loro età, questi ragazzi al loro esordio discografico ci ricordano – o fanno scoprire – con straniante sincerità, l’amore, i primi incontri, Monicelli, la morte, Bulgakov, i social, la convivenza, vissuti e raccontati con lo spirito, l’ironia e talvolta la tragica serietà (no, il disagio no, basta!) tipiche dei vent’anni.

Certo affiorano le belle visioni e le buone letture, mai ostentate, gli echi dell’alternative anni ’90, mitica colonna sonora della loro infanzia più che modello stilistico da emulare, le chitarre elettriche a palla e l’acustica che spande ritmica e armonia; stupisce l’amore per un certo synth-pop e ci si chiede dove abbiano preso il gusto per la cassa in quattro…

Su tutto la produzione accurata e mai invasiva di Denis Marino e del rodato team etneo di base al Phantasma Studio, attenta soprattutto a non “contaminare” la loro spontaneità. 'Fate silenzio' è un disco che stimola piacevoli domande e offre un caleidoscopio(!) di risposte sulla direzione del giovane pop italico e su dove – nel frattempo – stiamo andando noi.