Vardapet Komitas - Piano Works Da Vinci Classics
cover of article Genre: Classico
Tracklist non disponible

WG Image CD USD 39.10

Partager

Liens

-

Remarques

La storia armena è poco nota ai più, si perde ormai in un secolo passato di memoria costellano da numerosi eccidi e vittime dimenticate. Uno degli scopi dell’arte dalla sua nascita coeva alla società umana è anche fare in modo che questi eventi non vadano irrimediabilmente persi come i nomi delle sue vittime e che attraverso questa essi possano rivivere ricordano a monito per il futuro il non ripetersi degli errori del passato. La musica ha assolto spesso questa funzione in molti casi e grandi compositori hanno lasciato la loro impronta nella storia. Non tutti però sono entrati a pieno titolo nella storia della musica occidentale, uno di questi è Vardapet Komitas, prete e mistico nato a metà dell’800 ed inserito tra le vittime dell’eccidio armeno avvenuto agli inizi del secolo scorso su cui ancora oggi cade come una fine rugiada un velo sottile di omertà. Il pianista Francesco di Cristofaro scegliere un periodo preciso di produttività di questo singolare autore, tra i padri della musica armena del ‘900, che va dal 1906 al 1911. Tutte le musiche sono brevi sketches di diversa ispirazione ma che hanno tutte come comun denominatore la presenza della terra armena nel loro cuore. Di Cristofaro sceglie di dare infine un proprio personale omaggio alla sua musica con la suite Nairi che fa un esplicito riferimento proprio alla musica di Komitas e che completano questo disco di riscoperta tanto musicale quanto storica.