Luna nuova  Nouveauté  Fabrika
cover of article Genre: Musica d'autore
1.Una giornata piena
2.Konta il greco
3.La bestia
4.Fuoritempo
5.Il goleador
6.Luna nuova
7.Autunno
8.Se giusto è
9.L'industriale
10.Oltre il limite
11.Rebus

WG Image CD USD 30.00

Partager

Remarques

Piemontese di nascita ma pugliese d’origine, l’esperienza artistica di Fabrizio Zanotti comincia nel ’91 con il duo folk Fabry & Banny, con cui apre i concerti di Mauro Pagani, Yo Yo Mundi e Tazenda. L’evoluzione del duo porta alla nascita della band Stazione Marconi nel ’97, che suona una miscela di rock elettro-acustico. Nello stesso tempo, diversi incontri e confronti con Massimo Bubola, compositore di noti brani italiani, aiutano Fabrizio a sviluppare la sua poetica come autore. Nel 2007 muove i suoi primi passi da solista: pubblica “Il ragno nella stanza” (Storie di Note), album ricco di omaggi ai suoi maestri come Lolli e De André, per il quale sarà invitato alla International Cooperation for Memory, di Srebreniça (Bosnia). Nel 2010 esce, ben accolto dalla critica, “Pensieri corti” (Storie di Note) un concept-album sulla vita contemporanea, nel quale inizia ad emergere il suo stile ironico e romantico al tempo stesso. “Sarò libero!” (Fabrika Musika/Primigenia 2012) è il titolo dell’album dal vivo realizzato in occasione del 25 aprile. Tornano le sperimentazioni e nello spettacolo le canzoni si intrecciano con discorsi storici di Calamandrei. Ieri e oggi si fondono. Dal 2013 con “Canzoni d’amore e libertà”, concerto di brani che attraversano la sua storia, Fabrizio si fa conoscere in Svizzera e Germania.

Nel febbraio 2017 pubblica il videoclip "La bestia" girato nelle saline del tavoliere di Puglia. Il brano fa parte dal suo nuovo album "Luna nuova" (Fabrika Musika) con la copertina disegnata da Ugo Nespolo. Un caleidoscopico viaggio, provocatorio e ottimista, nella realtà quotidiana. "Luna nuova", la fase in cui la luna non è visibile in cielo, dove la notte è più buia ed il buio si sa, spaventa. In realtà è proprio l'inizio di un nuovo ciclo, così come da situazioni apparentemente senza speranza, nascono soluzioni rivoluzionarie. Giocando tra diversi stili musicali, in luoghi inaspettati, con il blues che racconta la crisi di un greco, le corse western style di un ragazzino della malavita, gli echi del sud Italia, "Luna nuova" ci parla del nostro caotico mondo interiore ed esteriore.