Floating Lines Cam Jazz
cover of article Genre: Jazz
1.Disk Dosk, Part 1
2.Disk Dosk, Part 2
3.My Land
4.Labor
5.Afram
6.Auf und geht
7.Schizophrenia
8.Sequence / Ode to Wilbur Ware
9.Shifting grace
10.L'attesa
11.Ode to Erroll Garner

WG Image CD USD 29.10

Partager

Liens

-

Remarques

Se è vero che ogni album ha una sua cifra stilistica, una sua connotazione, un suo intento ed un suo fine, ascoltare "Floating Lines" porterà chi lo ascolta in un mondo sonoro inconsueto e immaginifico: musica evocativa, ad alto tasso emozionale, tanto avvolgente quanto penetrante. Il trio che dà vita a tutto questo è composto da Giorgio Pacorig al pianoforte, al rhodes e al live electronics, Giovanni Maier al contrabbasso e Michele Rabbia alla batteria e ai live electronics. Cam Jazz decide di registrarli per la prima volta, riuscendo finalmente a catturarne tutta la notevole carica creativa.

Fuori dall’ordinario sono i suoni plasmati da Michele Rabbia, dei quali non importa l’origine, acustica, elettronica, ma importa il fatto che siano suoni nuovi, immaginati ed attuati da un incantatore delle percussioni. Fuori dall’ordinario è il pianismo evocativo, trasfigurato, e a volte onirico di Giorgio Pacorig. Fuori dall’ordinario è il contrabbasso così eclettico di Maier, che sa mutare da granitico ad incorporeo. Fuori dall’ordinario è la capacità che hanno tre artisti con personalità tanto spiccate di amalgamarsi per intraprendere un percorso suggestivo e multiforme come quello di "Floating Lines": undici affreschi originali dai colori di volta in volta diversi.