Be Blind Ala Bianca
cover of article Genre: Cantautoriale
1.November 10th
2.Wild Boar
3.Supercharged Machine
4.Paper Debris (What Remains of Our Conversations)
5.Miles
6.I Like
7.Frog Song
8.Broken Embraces
9.The War You Don't See
10.The Loony

WG Image CD CHF 24.70

Remarques

“Be Blind” è un nuovo capitolo dell’attività discografica di Petrina, un disco di trasformazioni, che arriva come mai prima a confrontarsi con territori e spazi dalle sonorità rock.

La scrittura del disco è incentrata sul tema del senso di accecamento, causato oggi dall’overload di informazioni con cui quotidianamente i nuovi media irrompono nelle nostre relazioni e nella nostra lettura del mondo circostante. Un senso di oppressione a cui reagire per vedere al di là della superficie.

“Be Blind” è anche per la prima volta un disco in cui Petrina ha voluto portare la fase di arrangiamento direttamente dentro la sala prove, alla ricerca della compattezza e del senso di insieme che solo il confronto diretto già in questa fase con la band che sarà poi con lei in veste live poteva portare.

Dopo il precedente album “Petrina” (Alabianca/Warner), salutato dalla critica come una delle uscite più interessanti del 2013, dopo aver pubblicato l’album d’ispirazione Jazz “Roses of the Day” (Tuk Voice, 2015), contenente l’omonimo brano frutto della sua reinterpretazione della composizione di John Cage “Experiences n.2”, e dopo aver aperto il suo 2016 partecipando la progetto di Paolo Fresu “Jazz Italiano Live” (pubblicato da La Repubblica/L’Espresso), Debora Petrina aggiunge con “Be Blind” un nuovo tassello di spessore al suo percorso artistico.

(Fonte: Alabianca)