Spassiunatamente iCompany
cover of article Genre: Napoletano
1.Napulitanata
2.Malinconico autunno
3.Occhi perduti
4.E fuglietielle
5.Nustalgia
6.Dicitincello vuje
7.O festino
8.Dove sta Zazà
9.O guappo 'nnammurato
10.Maruzzella
11.Che t'aggia dì
12.Està (nun voglio fa niente)
13.A serenata 'e Pulecenella
14.Scetate
15.Munasterio è Santa Chiara
16.Uocchie c'arraggiunate

WG Image CD USD 21.10

Partager

Liens

-

Remarques

'Come artisti di Napoli sentivamo il bisogno di restituire alla canzone napoletana classica quella nobiltà e quel rigore che ha sempre avuto, strappandola alla banalizzazione della contemporaneità'. Così si esprimono Peppe Servillo e il Solis String Quartet rispetto alla genesi di questo splendido lavoro. Non ci sono orpelli, non ci sono ammiccamenti. C'è solo la voce di Servillo, interprete straordinario nonché mente degli ineguagliabili Avion Travel, e l'accompagnamento del quartetto d'archi dei Solis String Quartet. Sull'onda del grande successo dello spettacolo dallo stesso titolo che Servillo e i Solis stanno portando in giro per l'Italia ormai da mesi, l'album ripercorre e rilegge canzoni popolari, come ripescaggi nelle pieghe meno esplorate dello sterminato repertorio che è patrimonio della città partenopea e del mondo intero. Napoli, una delle città più 'musicali' del mondo, è il cuore pulsante di questo album. Un cuore mai così puro e genuino. Un album che viaggia tra malinconie autunnali e pigrizie estive, passando per alcuni dei classici più importanti della tradizione partenopea che vengono riarrangiati dai Solis in modo davvero sorprendente.