Gasparazzo 2010
Fonostorie Good Fellas
cover of article Genre: Reggae, Rock, Ska
1.Al vecchio bar
2.Il maestro del Tajine
3.Albero che non c'è
4.Le staffette
5.Nuvol Park
6.Il girasole
7.Miraggi
8.Lu Magge
9.Ballata del passo lento

WG Image CD CHF 21.20

Liens

-

Remarques

Sporcano il loro rock con trovate brillanti e guardano volentieri ad un miticciato snoro che li porta fuori dalle coordinate pop nazionali, i Gasparazzo compiono un ulteriore sbalzo in avanti con 'Fonostorie'. Utilizzando i classici basso, chitarra e batteria i Gasparazzo rivestono la canzone italiana di umori mediterranei, spesso giocando con tempi in levare e traendo ispirazione dal folklore di paesei limitrofi. Migrante per difinizione - due abruzzesi e due emiliani – i nostri impongono una visione a tutto tondo mettendo al centro della loro musica l'idea del viaggio. Canzoni che sono verosimilmente storie, già 'esportate' il loro verbo fuori da patri confini, esibendosi in Albania, Belgio, Austria, Germania, Svizzera, Costa d'Avorio e addirittura nel Sahara Algerino. Le musiche sono state composte da Generoso Pierascenzi, i testi da Alessandro Caporossi. Se 'Al vecchio bar' fonde gli umori dello ska con quelli di un incendiario rock'n'roll, 'L'albero che non c'è' assume i toni di un politicizzato trattato reggae, in cui è l'Amazzonia al centro di una problematica globale come quella della deforestazione.