Non basta diventare grandi per essere adulti - Come smetterla di essere figli e prendere in mano la nostra vita  Nouveauté  Feltrinelli
cover of article Genre: Salute/Benessere

Description

Finché non prendiamo in carico la nostra infanzia, finché non la guardiamo, curiamo, risarciamo, ascoltiamo, adulti non lo diventeremo mai. Prenderla in carico non significa tenere in vita il bambino che siamo stati, al contrario. Significa guardare con lucidità indietro, nel viaggio iniziale che ha formato quello che siamo ora, ridando i giusti pesi e restituendo ciò che non ci appartiene. Questo non è un lavoro interiore riservato a chi ha figli, tutt’altro, è un’immersione necessaria a chiunque, perché l’infanzia è una condizione umana imprescindibile per tutti noi.

Solo così scopriamo chi siamo ora, se siamo padroni della nostra vita, e capiamo come metterci al suo timone. Questo è il modo per smascherare e disinnescare copioni tossici che creano sofferenza e rendono prigionieri. Questo è il modo, perché il segreto delle nostre esistenze è nell’infanzia, scatola nera e quartier generale del nostro esserci.

Da lì tutto è cominciato e, quando ci perdiamo, è esattamente lì che dobbiamo tornare.

“Ho conosciuto la donna che sussurrava ai bambini. Non solo ai nostri. Anche a quelli che siamo stati noi e che, da qualche parte, sempre saremo. Quella donna si chiama Emily Mignanelli.”
Chiara Gamberale

Se qualcuno vi chiedesse quando si diventa adulti, cosa rispondereste? Siamo sicuri che indipendenza economica, lavoro, tetto sopra la testa, razionalità di pensiero siano condizioni per potersi definire adulti?

In questo libro Emily Mignanelli traccia il confine di dove finisce l’infanzia e inizia l’adultità, oltre il quale si apre la strada verso una vita pienamente nostra. Per noi, e per i figli che dobbiamo crescere.
WG Image Libro CHF 23.90

Liens

-

Détails/Remarques

Collana: Urra / Pagine: 128