Il tempo della fine - Prossimità e distanza della figura di Gesù  Nouveauté  Quodlibet
cover of article Genre: Religione

Description

Il problema della vita di Gesù va posto nel modo più radicale, vale a dire come poté porsi e di fatto si pose a quanti tra i suoi contemporanei ebbero la ventura di vederlo ed ascoltarlo.

Spogliato dal sistema di credenze che lo accompagna da sempre, l’«evangelo» è riproposto dall’autore nella sua figura originaria: racconto molteplice di una credenza segnata dall’eccesso degli atti, dalla parola che stupisce, dalle conflittualità insuperabili, dalla violenza della separazione, dallo sconvolgimento della resurrezione.

Ed è colto nel movimento significativamente contraddittorio che gli è proprio: l’«evangelo di Dio» proclamato da Gesù in vista dell’avvento di un regno di giustizia, trapassa nell’«evangelo di Gesù Cristo» inteso come annuncio di ciò che la sua morte e resurrezione significa per i credenti, senza tuttavia che venga meno il convincimento di vivere oramai nel tempo della fine, inconciliabile con la concezione lineare della storia.

Quanto alla realtà storica di quegli eventi, a ciò che Gesù in particolare ha creduto e voluto, alla sua concezione del mondo e del tempo, da questi rapidi schizzi emerge una personalità connotata dalla consapevolezza di dover assolvere un compito radicale, che non ammette condizionamenti, sostenuta da una fede che contrasta l’accettazione dello stato attuale del mondo destinato a mutare radicalmente in forza del suo evangelo.
WG Image Libro CHF 25.20

Liens

-

Détails/Remarques

Collana: Saggi / Formato: Brossura / Pagine: 128