La passione ribelle Laterza
cover of article Genre: Educazione/Formazione

Description

Se – come dice l’autrice e come penso anche io – studiare significa stare seduti in un luogo appartato, scollegati da tutto, con un libro aperto davanti, indugiando sulle parole fino ad assorbire quel che c’è scritto senza scopo immediato e concreto, allora la tesi dilaniante del libro è corretta: nessuno studia più. Paola Mastrocola ha scritto un saggio sul tema. E che saggio. Massimo Gramellini, “Tuttolibri”

Un libro che avvince per la foga generosa, per l’arguzia venata di amarezza con cui denuncia il diffuso discredito dello studio, parola che stenta a trovare accoglienza persino a scuola. Lorenzo Mondo, “La Stampa”

Un pamphlet dall’intelligenza e dalla ricchezza di spunti straordinarie, dedicato a un problema, cioè la sparizione dello studio dalle nostre vite. Ci sono rimedi? Eccone alcuni: la libertà di leggere libri interi (non spezzoni o sunti). Di metterci tutto il tempo che si vuole. Di non produrre nulla di concreto, di visibile agli altri. Di stare fermi su un punto solo, senza rimbalzare come palline. Di potersi chiudere al mondo. Di divagare. E se ci provassimo? Giovanni Pacchiano, “Sette-Corriere della Sera”
WG Image Libro CHF 20.80

Liens

-

Détails/Remarques

Collana: Economica Laterza / Formato: Brossura / Pagine: 158