Enantiosemie - Contemporary Masterworks for Clarinet & Guitar  Novedad  Da Vinci Classics
cover of article Género: Classico
Tracklist no disponible

WG Image CD USD 29.90

Compartir

Links

-

Notas

La musica ha sempre goduto di un posto di rilievo nella società contemporanea, sia essa stata prodotto nei secoli passati che, come in questo caso, scritta in periodi recenti o recentissimi. Definire oggi cosa è effettivamente un capolavoro nella musica contemporanea è difficile, poiché la percezione musicale che abbiamo di questa parola è fortemente condizionata da quello che la “scopa della storia” ha lasciato del passato. Il titolo di questo disco può risuonare ambizioso e, in taluni casi, arrogante se ci si ferma alla mera superficie. E quest’ultimo sarebbe un errore molto grave, poiché questo disco dal particolare titolo Enantiosemie, di capolavori e gemme ne riserva parecchie, a partire dall’evocativa prima e particolarissima composizione presentata di Nadir Vassena “Primo discorso eretico sulla leggerezza dei chiodi” dal sapore quasi kunderiano come nel successivo Sound Sculptures di Scott Lygate possiamo sicuramente parlare di capolavori dedicati a questa coppia di strumenti. Di altrettanto fascino possono essere considerate la bellissima “Favola di Apollo e Marsia” di Antonio Bellandi o ancora il meraviglioso Trio N.1 di Andor Kovach, che vede la partecipazione dell’importante flautista Matteo Evangelisti. A condurre in porto questa delicata presentazione, o parata, capolavori sono il clarinettista Sauro Berti qui al suo meglio anche in veste di compositore, e Leonardo de Marchi alla chitarra. Entrambi donano ad ogni brano un calore ed una intensità senza pari in grado di rompere i comuni miti legati alla presunta difficoltà della musica contemporanea e restituendo con naturalezza disarmante composizioni e melodie di rara bellezza e incisività.