Terapia di gruppo (Vinile) Macro Beats
cover of article Género: Funk, Hip Hop
Lato A
1.In un abbraccio
2.Dormi
3.Come si fa
4.Fuori di noi (feat. Tormento)
5.Blues di mezzogiorno
6.Interlude (feat. Godblesscomputers)

Lato B
1.Enigmatica (feat. Hyst)
2.Questa stanza mi consola
3.Confusi
4.Naufrago nella realtà
5.Viaggio Funk

WG Image LP USD 46.00

Compartir

Notas

“Terapia di gruppo” è il nuovo album nato dalla collaborazione tra il collettivo Funk Shui Project e il cantautore, rapper e beatmaker Davide Shorty. Gli strumenti musicali, l’amore per l’hip hop, il linguaggio del funk. Queste sono le fondamenta del Funk Shui Project, collettivo di musicisti e produttori torinesi attivo dal 2008. La collaborazione con artisti vicini in questa visione parte con “Andare via”, la prima pubblicazione accompagnata dalle metriche di Kiave, per poi proseguire nel 2014 con il primo album ufficiale, omonimo, con il rapper Willie Peyote, il tutto contornato da vari mixtape e bootleg. L’attuale formazione del gruppo è composta dal bassista-fondatore Alex “Jeremy”, il beatmaker Natty Dub, il chitarrista-cantautore Giacomo (Due venti contro) e il batterista Manuel Prota. Per il secondo album ufficiale la band si è affidata alla voce di Davide Shorty, cantautore, beatmaker e rapper di Palermo capace di far convivere la sua inconfondibile voce soul con sonorità innovative e melodie contaminate da jazz e rap.

“Terapia di gruppo” è un lavoro composto da undici brani che assemblano le sonorità soul della voce di Davide Shorty e delle parti rappate all'interno delle tracce insieme alle produzioni raffinate del collettivo, con influenze che vanno dal boom bap di J-Dilla alle melodie dal sapore vintage di Piero Umiliani. Undici "sedute" di gruppo, undici diverse prospettive su amore e dintorni si trasformano un disco attraverso cui gli artisti esorcizzano insieme problemi e riflessioni sentimentali. L'album ospita inoltre le voci dei rapper Tormento in "Fuori di noi" e Hyst in "Enigmatica", oltre alla collaborazione con uno tra i nomi caldi delll'elettronica Godblesscomputer. La veste grafica del progetto è stata curata dall’illustratore Ale Giorgini.