Two Grounds - Live at Le Due Terre Winery Cam Jazz
cover of article Género: Jazz
Tracklist no disponible

WG Image CD USD 30.00

Compartir

Links

-

Notas

Fu Joe Zawinul, all’inizio della sua esperienza con i Weather Report e, prima di allora, con Miles Davis, che scoprì la possibilità di ottenere con un Fender Rhodes suoni simili a quelli dell’organo o delle campane di una cattedrale sommersa, semplicemente modificando le impostazioni e facendo qualche esperimento con i pedali. Quindi non è una sorpresa trovare due composizioni di Zawinul in questo avvincente progetto in “piano trio” (e molto di più). Ciò che sorprende è che i brani risalgano al periodo precedente la nascita dei Weather Report e ai giorni in cui Zawinul si stava ancora dedicando ai tentativi di contaminazione tra classicismo e blues. Claudio Filippini e i suoi compagni Andrea Lombardini e U.T. Gandhi sono accomunati da un senso profondo, solidissimo della struttura musicale, aspetto che spiega la loro capacità di adottare la filosofia del “tutti improvvisano sempre” e ricavarne qualcosa di originale e potente, perfino quando citano i classici del jazz. Affidare l’apertura del disco all’ineguagliabile “Little Church” di Hermeto Pascoal è un colpo da maestro. Anche non conoscendo la versione realizzata nel 1970 da Miles Davis, in cui il compositore del brano fischiettava al piano elettrico, si riuscirà ad avvertire quanto questa versione affondi le sue radici nella storia, talvolta turbolenta, del jazz elettrico.