Il giro del cappio - Dal vivo 28.02.2016 AMS
cover of article Género: Progressive
1.La città di dite
2.Gatto lupesco
3.Giovane figlia
4.Il fattore precipitante
5.Nei cerchi del legno
6.Acustica felina
7.Sensitività

WG Image CD USD 38.10

Compartir

Links

>> Facebook

Notas

A circa dieci anni dall'ormai lontano 2007 in cui furono poste le prime fondamenta di questo progetto, una delle più importanti formazioni dell'attuale scena progressive rock italiana, La Coscienza di Zeno, approda su AMS Records e, nell'attesa di dare vita al seguito del già bellissimo "La notte anche di giorno" (2015), celebra questo evento con "Il giro del cappio", album dal vivo registrato il 26 febbraio 2016 in Olanda.

"Il giro del cappio" consta di sette lunghe e articolate tracce per oltre settanta minuti di durata in cui, dalla musica classica all'hard rock, svariati generi si sovrappongono e intrecciano con disarmante e apparente semplicità. Quasi un terzo dell'album è occupato dalla suite "Giovane figlia", quello che potremmo definire il 'Lato A' del terzo disco della band "La notte anche di giorno"; ben quattro sono gli estratti dall'omonimo esordio del 2011, mentre in apertura e chiusura del concerto trova spazio "Sensitività", secondo lavoro del 2013. Un perfetto biglietto da visita quindi, che fotografa lo stato di perfetta salute di una band che ha saggiamente puntato sulla qualità della propria proposta piuttosto che sulla quantità.

In questa occasione La Coscienza di Zeno si spoglia degli elementi classici (flauti, strumenti ad arco) e si presenta in una formazione a cinque (Alessio Calandriello - voce; Gabriele Guidi Colombi - basso; Andrea Orlando - batteria; Davide Serpico - Chitarra elettrica; Luca Scherani - pianoforte, tastiere) sotto la direzione del maestro e paroliere Stefano Agnini; il risultato è notevole, e tra gli appassionati di sonorità progressive non potrà che suscitare due desideri: di poter vedere al più presto la band suonare dal vivo, e di poter ascoltare al più presto il nuovo album del gruppo, attualmente in lavorazione.

L'album si presenta nel consueto formato CD papersleeve di AMS Records, con un artwork curiosamente, volutamente, auto-ironicamente e, nel complesso, progressivamente ispirato a "Closer" dei Joy Division!