Pardonne-moi, Olivier! - 16 oiseaux pour Olivier Messiaen Off-Record Label
cover of article Género: Contemporaneo, Elettronico, Sperimentale
1.Melospiza melodia
2.Sturnus vulgaris
3.Rallus limicola
4.Setophaga virens
5.Numenius americanus
6.Pluvialis dominica
7.Picoides pubescens
8.Megascops kennicottili
9.Pipilo erythrophthalmus
10.Lagopus lagopus
11.Lagopus muta
12.Hylocichla mustelina
13.Gavia stellata
14.Catharus minimus
15.Buteo platypterus
16.Contopus cooperi
17.Chant dans le style de Mozart

WG Image CD CHF 28.40

Notas

Okapi, al secolo Filippo Paolini, è un collagista musicale italiano, plagiarista mago del campionamento sonoro ed esponente di spicco della plunderfonia, musica creata prendendo innumerevoli fonti sonore esistenti e alterandole per farle divenire una nuova composizione. Ad accompagnarlo in questa sperimentazione live la fantomatica orchestra di Aldo Kapi e i visuals di Simone Memè.
 Al progetto discografico hanno partecipato anche Mike Cooper (chitarra) e Geoff Leigh (sax e flauto).

Una parabola plunderfonica, è quella di Okapi, attraverso l’immaginario musicale di Olivier Messiaen, compositore francese del XX secolo. Messiaen ha spinto la composizione classica attraverso i territori della sperimentazione, animato da verticalità spirituale e attenzione ai suoni terrestri. Messiaen amava la musica della natura. Per tutta la vita viaggiò cercando di trascrivere su pentagramma i versi degli uccelli. Okapi è partito da lì. Da abile collagista elettronico, ha decostruito con pazienza tutta la sterminata produzione musicale di Messiaen per omaggiarlo con un suo, inedito, catalogo ornitologico suddiviso in tre movimenti: amore umano, amore divino, amore per la natura.

(Fonte: Goodfellas)