Horoscope (Vinile) Spettro
cover of article Género: Library Music
Tracklist no disponible

WG Image LP CHF 45.30

Links

-

Notas

Ristampa 2017

Quando si parla di musica per sonorizzazioni prodotta in Italia la città di riferimento è sicuramente Roma, centro nevralgico della produzione cinematografica e televisiva e di conseguenza mecca per editori e musicisti. Non bisogna dimenticare e sottovalutare però quello che succedeva contemporaneamente a Milano, l’altro polo produttivo della musica nel nostro paese che - sebbene più concentrato sulla musica pop e jazz - ha dato un notevole contributo anche al mondo della library. Allo stile romano, più legato alla tradizione classica e orchestrale, i musicisti della scena milanese contrapponevano un approccio più urbano e internazionale, in linea con le produzioni pop del periodo e con qualche licenza strumentale sulle orme del jazz-funk americano. Non un caso, considerato che fra i musicisti più prolifici a livello di library c’è un pugno di strumentisti che negli anni 70 e 80 ha suonato nei dischi di chiunque, da Mina a Fabrizio De André passando per Gaber, Branduardi e Fausto Papetti.

Il quartetto formato dal pianista Oscar Rocchi, dal bassista Gigi Cappellotto, dal batterista Andy Surdi e dal chitarrista Ernesto Verardi è infatti all’origine di molti ottimi album per sonorizzazione dell’epoca d’oro, la maggior parte dei quali realizzati per le tante label delle Edizioni Minstrel. Questo “Horoscope” è del 1978 e uscì nelle solite poche centinaia di copie fuori commercio su etichetta Ring a nome del Modern Sound Quartet, una delle tante denominazioni condivise dai quattro (più uno, perché di mezzo c’è quasi sempre anche Hugo Heredia al sassofono e al flauto). Un album esemplificativo dello stile del gruppo, che usa il concept dell’oroscopo e dei segni zodiacali come scusa per inanellare una dozzina di brani che hanno tutti i sapori della loro epoca: robuste dosi di disco (Lion, Aries, Sagittarius, Scorpion, Gemini), un pizzico di pop melodico (Virgin, Balance), retaggi prog (Fishes, Cancer), del jazz-funk morbido in odore di fusion (Capricorn) e atmosfere da b-movie (Acquarius, Taurus).

(Fonte: Audioglobe)