cover of article Género: Indie, Ambient, Elettronico, Trip Hop
1.Pleasure
2.Fiery Tail
3.Soft Spot
4.Blindfold

WG Image CD USD 25.90

Compartir

Notas

Con due dischi all’attivo, “All Harm Ends Here” del 2011 e “Bloodroot” del 2013, e una serie di EP e 7″ (ultimo quello del 2014 con due cover: Dead Can Dance e Songs:Ohia), i bolognesi OfeliaDorme si affermano come una delle proposte più raffinate del panorama indipendente italiano. Con un sound straniante e intenso, a cavallo tra svariati generi (dream-wave, shoegaze, alt-rock, elettronica, da Bjork ai Portishead a PJ Harvey passando per Ian Curtis, Low e HTRK), liriche ricercate messe in risalto dalla voce vellutata di Francesca Bono, confezionano canzoni dal sapore elegante, colto e ipnotico, tra destrutturazione e gusto per la melodia.

Un progetto affascinante, di cui si parla sempre più spesso all’estero. La band è stata più volte in UK, Belgio e Francia sin dal 2009. Nel 2013 è stata invitata al prestigioso Liverpool Sound City e nell’ottobre del 2013 è stata protagonista di uno speciale di ARTE (la televisione culturale franco-tedesca) come rappresentante della scena musicale bolognese. Apprezzati da Rob Ellis e da Howie B, che nel 2012 ha remixato il loro brano “Paranoid Park” e col quale la band sta attualmente collaborando, sul palco colpiscono per l’impeccabilità dei suoni e la creazione di un’atmosfera rarefatta e conturbante.

(Fonte: Audioglobe)