Crapapelata 3 Alabianca
cover of article Género: Bambini
1.Petra Magoni e Ferruccio Spinetti
Il cammello ed il dromedario
2.Antonella Bottazzi
Muccallà
3.Paolo Capodacqua
Bianchi, rossi, gialli, neri
4.Paolo Pizzimenti
Whistle stop
5.Ferruccio Filipazzi
Filastrocca dei perché
6.Gruppo Studio Musica Popolare
Il piedibù
7.Flavio Pirini
Trin Ciacatichi Cichitin Tin Pam
8.Alti & Bassi
Bibbidì Bobbidì Bù
9.Alti & Bassi
Everybody Wants to Be a Cat
10.Carlo Pastori
L'amico invisibile
11.Musica Spiccia
Saminà
12.Andrea Tessadori
Il serpente Michele
13.Giovanni Caviezel & Margherita Caviezel
L'oca cuoca
14.Biagio Biagini
Paolone Lupone
15.Lille Peter, Akiko & Co.
Mia orea petalouda

WG Image CD CHF 25.10

Links

-

Notas

Per presentare questa terza compilation di Crapapelata, la storica trasmissione per bambini della domenica mattina di Radio Popolare, abbiamo pensato che la cosa migliore fosse partire dalla copertina. Non solo perchè è indiscutibilmente bella, dolce e delicata, ma perché, siamo certi, nessun altra immagine potrebbe meglio raccontare una storia che dura da trent’anni. La storia è quella di Crapapelata una trasmissione, iniziata quasi per sfida, nel 1981 e che ha continuato e continua a parlare e a far parlare, ad ascoltare e a far ascoltare, a raccontare e informare, i bambini di almeno tre generazioni. Il leggiadro volo della mucca-farfalla, ali spiegate, occhi socchiusi e muso proteso fiduciosamente in avanti, sullo sfondo di un cielo color pastello, ci solleva da terra e ci conduce con leggerezza in una dimensione altra, fatta dei sogni, dei desideri e delle fantasie dei piccoli e grandi ascoltatori della domenica mattina, a Radio Popolare. E oggi, ancor più di un tempo, crediamo che ci sia bisogno di riempire i cieli, e in particolare i cieli dei nostri bambini, di bellezza e armonia; la nostra mucca-farfalla è lì a ricordarcelo. L’immagine sulla copertina di questa nostra terza compilation, susciterà sicuramente forti emozioni anche in chi, un tempo bambino, seguiva il volo della nostra mucca alata, con gli occhi pieni di stupore e con il naso all’in su, che ne ha amato e ne ama ancora la sua voce, armoniosa e al tempo stesso ironica. Sì, perché la mucca-farfalla è anche una canzone, amatissima e richiestissima, che noi vogliamo riproporre in questo cd, in segno di affetto per tutti coloro che, da anni, inutilmente la rincorrono, senza mai riuscire ad afferrarla: Muccalla! Nel festeggiare questi 30 anni di domeniche mattina, trascorse tra bambine e bambini di età, cultura e lingua diverse, presenti negli studi della radio, o al telefono da tutte le zone della Lombardia e ben più lontano, abbiamo pensato che fosse doveroso riproporre questi brani, la colonna sonora di Crapapelata. Ascoltare questo CD è come salire su di treno ideale, il treno della libertà, avere per compagni di viaggio animali fantastici e reali (cammelli, dromedari, lupi, galline oche cuoche, serpenti..), ballare e cantare al suono di musiche provenienti da altri Paesi o da colonne sonore famose, sedere al fianco di un amico invisibile e iniziare un lungo viaggio insieme a un bambino nato nel 2000 e a chi non ha paura nel sentirsi ancora piccolo. La musica e i testi di queste canzoni, tutte composte da autori prestigiosi provenienti dal mondo della cultura, sono state scritte e pensate nel rispetto della dignità dei bambini: non si scimmiottano i grandi e non si propongono modelli di comportamento omologati e omologanti. Le canzoni che si ascoltano a Crapapelata, alcune delle quali qui contenute, trasmettono divertimento intelligente e mai convenzionale. Sono passati quasi dieci anni dalla pubblicazione della prima compilation. Il successo di quella prima raccolta di canzoni, quasi tutte inedite, fu davvero notevole, tanto che nel giro di pochi mesi il CD di Crapapelata divenne un oggetto di culto, apprezzato e ricercato. Così è stato anche per Crapapelata 2, uscita solo pochi anni dopo. Anche questa nuova raccolta soddisferà i palati più esigenti che, com’è noto, sono quelli dei bambini. Auguri, Crapapelata! Un ringraziamento particolare a Marina Shoenstein per il disegno di copertina e a tutti quelli che oggi bambini non lo sono più, ma che continuano a seguirci con affetto e stima. (Daniela Bastianoni)