Ho visto la rivoluzione Absolutely Free
cover of article Género: Sport

Resumen

Prefazione di Roberto Beccantini

È il 13 giugno del 1974, al Waldstadion di Francoforte si gioca Brasile-Jugoslavia, è lapartita inaugurale di un campionato del mondo già annunciato come il più bello di sempre. Sono i giorni che per l'universo calcistico segneranno il passaggio al futuro, larivoluzione industriale. Un confronto diretto tra conservatori, riformisti e radicali. I primi, tra cui noi italiani, fedeli all'ancien Règime, pensano che classe e talento siano ancorasufficienti per essere i migliori, e che a calcio si possa ancora giocare passeggiando sull'erba. Si accorgeranno presto che non è più così. I riformisti irrobustiscono laqualità con organizzazione e forza atletica. alla fine avranno ragione loro, i tedeschi. I forieri della rivoluzione, gli olandesi belli e impossibili, rimarranno a mani vuote, è vero,ma conquisteranno le simpatie del mondo intero: passeranno alla storia per aver messo la firma sul big-bang che cambierà per sempre il volto al calcio. Da quell'estate del 1974, nulla sarà più come prima.
WG Image Libro CHF 27.40

Links

-

Datos/Notas

Formato: Brossura