Calcutta - Evergreen

27.05.2018

A due anni e mezzo dal precedente "Mainstream", lavoro che ha sparigliato generi, appartenenze e definizioni, finalmente il nuovo attesissimo disco di Calcutta. Anticipato dai due singoli "Orgasmo" e "Pesto", che si sono fatti largo nelle chart, nelle radio e nei cuori di migliaia di persone, il cantautore di Latina torna con un album di dieci brani destinati a lasciare nuovamente il segno nella musica pop italiana.

>> Facebook

>> Disco della settimana su rockit.it

>> Video "Paracetamolo"

Mr. Island - Tropical Sound Machine

27.05.2018

L’esordio di Mr. Island nasce dall’esigenza di creare musica elettronica calda. Lorenzo Commisso, ovvero Mr. Island, artista multimediale specializzato in sound art, racconta: «Da molti anni e con diversi gruppi sto cercando di raggiungere questo obiettivo. Ho lavorato in gruppi come Ricciobianco, Il Moro e il Quasi Biondo, OK NO, Papiers Collés e Colora. In particolare, ho conosciuto la cumbia come genere grazie ad Adan Valecillo, un artista hondureño che esponeva alla Biennale ed era ospite alla Bevilacqua La Masa a Venezia durante il mio stesso periodo di residenza nel 2013. L’approfondimento del genere è arrivato in seguito grazie all’amicizia con Davide Toffolo, che ha curato la produzione di "Tropical Sound Machine", il mio primo album come Mr. Island». (Fonte: La Tempesta)

>> Facebook

>> Audio "Hawaii"

Francesco De Leo - La malanoche

27.05.2018

Francesco De Leo inizia la sua carriera artistica nel 2008 quando, a soli 17 anni, fonda L’Officina della Camomilla, diventato negli anni un gruppo cult della scena indipendente. Nel maggio 2017 De Leo decide di sospendere le attività del gruppo per dedicarsi alla carriera solista. il giovane autore arriva al suo disco d’esordio “La malanoche” nel pieno della sua consapevolezza artistica.

"La malanoche" è il viaggio artistico di Francesco De Leo tra i bassifondi di una favela immaginaria nel Mar dei Caraibi e una qualsiasi provincia italiana: tra droghe sintetiche, mariachi, amori a pagamento, maschere di Paolo Conte e Satana. Un disco psichedelico dream pop, sospeso tra sogno, realtà e la Milano sudamericana/asiatica del 2018. Feste e follie della notte che girano in un caleidoscopio drogato dove perdersi come in un labirinto.

La produzione artistica de "La malanoche" è stata affidata alle oniriche ispirazioni di Giorgio Poi.

>> Facebook

>> Streaming

>> Disco della settimana su rockit.it

>> Video "Muse"

Artù - Vola Ale!

27.05.2018

Il nuovo album del cantautore romano. Vera chicca dell'album il brano "Ti voglio", inedito di Rino Gaetano, arrangiato totalmente da Artù. Un album dal sound genuinamente anni Ottanta, in omaggio al background artistico e culturale in cui l'autore si è formato. Il brano "Ti voglio" è una sorta di piccolo miracolo, si tratta di un pezzo incompiuto del grande Rino Gaetano, rinvenuto dalla sorella Anna: Artù ha completato il testo interpretandolo attraverso il filtro della sua visione creativa. Nella traccia, suonata dalla Rino Gaetano Band, troviamo anche la voce dell'indimenticato cantautore calabrese, come un gioiello prezioso, a rendere unico un brano intenso che racconta un amore senza tempo.

>> Facebook

>> Video "Ti voglio (feat. Rino Gaetano)"

Alia - Giraffe

27.05.2018

“Giraffe” è il nuovo album di Alia, la figura musicale dietro cui si cela il musicista bergamasco Alessandro Curcio. Un lavoro che arriva a quattro anni dal debutto “Asteroidi” (2014) e dopo la pubblicazione a dicembre 2016 per Pippola Music del 45 giri digitale “La lista delle buone intenzioni”, a segnare un punto di svolta nel percorso artistico di Alessandro Curcio verso una forma di pop d'autore più matura e compiuta.

>> Facebook

>> Video "Giraffe (feat. Patrizia Laquidara)"

Flo - La mentirosa

27.05.2018

A due anni di distanza dalla fortunata uscita in Italia e in Europa de “Il mese del rosario”, arriva questo disco esplosivo e coinvolgente. Con la sua riconoscibile freschezza e il suo piglio irriverente, la cantautrice mescola, crea, interpreta musiche vicine e musiche lontane. Visita un mondo intimo e al tempo stesso sconfinato. La sua voce si muove con libertà leggera, appassionata, osa di più che nei lavori precedenti.

>> Facebook

>> Video "Vergine di fine agosto"

Riccardo Tesi & Banditaliana - Argento

27.05.2018

In perfetto equilibrio tra brani strumentali e canzoni, “Argento”, il nuovo album, aggiunge una nuova tappa al lungo viaggio di Banditaliana nel bacino di quel Mediterraneo immaginario che da sempre ispira la loro musica senza frontiere, dove tradizione e innovazione si fondono e si confondono.

Numerosi gli ospiti: Paolo Fresu, Mauro Pagani, Elena Ledda, Lucilla Galeazzi, Ginevra Di Marco, Luisa Cottifogli, Francesco Magnelli, Kepa Junkera, Andrea Salvadori, Ettore Bonafè.

>> Facebook

James Senese & Napoli Centrale - Aspettanno 'o tiempo

27.05.2018

Finalmente ci siamo, il 25 maggio 2018, dopo due anni dal nostro precedente album e dopo decine di concerti in Italia ed Europa, esce il doppio album dal vivo “Aspettanno 'o tiempo". L'album è stato registrato durante il tour invernale 2017, e contiene tutti i nostri brani più celebri oltre due inediti (lo strumentale “Route 66” e “‘Ll’America”, scritto per noi da Edoardo Bennato) e una rilettura di “Manha de Carnaval” di Astrud Gilberto e Herb Otha, qui intitolata “Dint’ ‘o core”. (dal sito Facebook di James Senese)

>> Facebook

Radici Nel Cemento - Fuego y corazón

27.05.2018

Il nuovo album della formazione reggae-dub-rocksteady romana è frutto di un lungo processo di songwiriting e produzione durato tre anni. Tra contaminazione latine, dub e rocksteady i nuovi Radici Nel Cemento parlano di temi sociali e politica, senza disdegnare la celebrazione del relax tipica del loro sound e della tradizione reggae.

I Radici Nel Cemento del 2018 sono una band rinnovata nello spirito e nel sound e il nuovo 'Fuego y corazón' è stato autoprodotto dalla band stessa, ma registrato e mixato presso il Formadonda Studio di Roma.

>> Facebook

>> Video "Il valore del lavoro vero"

Nico, 1988

27.05.2018

di Susanna Nicchiarelli

con Trine Dyrholm, John Gordon Sinclair, Anamaria Marinca, Sandro Funtek, Thomas Trabacchi

Musa di Warhol, cantante dei Velvet Underground e donna dalla bellezza leggendaria, Nico vive una seconda vita dopo la storia che tutti conoscono, quando inizia la sua carriera da solista. 'Nico, 1988' racconta gli ultimi tour di Nico e della band che l’accompagnava in giro per l’Europa negli anni ‘80: anni in cui la 'sacerdotessa delle tenebre', così veniva chiamata, ritrova se stessa, liberandosi del peso della sua bellezza e ricostruendo un rapporto con il suo unico figlio dimenticato. È la storia di una rinascita, di un’artista, di una madre, di una donna oltre la sua icona.

"Un coro di emozioni, visioni, ruvida bellezza." (Rolling Stone)

"Trine Dyrholm è straorinaria." (La Repubblica)

>> Trailer

Il primo giorno della mia vita

27.05.2018

di Paolo Genovese

Un uomo, due donne e un ragazzino convinti di aver toccato il fondo incontrano un personaggio misterioso che gli regala sette giorni per scoprire come sarebbe il mondo senza di loro. E, se possibile, per innamorarsi ancora della vita.

Loro

27.05.2018

di Paolo Sorrentino e Umberto Contarello

La prima volta appare seduto in mezzo al prato verdissimo della sua villa in Sardegna. È vestito da odalisca e, inosservato, guarda una ragazza ballare. Poi “si volta lentamente a nostro favore, si leva il velo e si apre in un sorriso fisso e inerte”, il sorriso inconfondibile di Silvio Berlusconi.

Il mondo fastoso, visionario e malinconico, del premio Oscar® Paolo Sorrentino esplode in tutta la sua magia visiva dalla sceneggiatura integrale di Loro, avvalendosi di una scrittura raffinata, di eccezionale ricchezza espressiva. Una scrittura che si segue senza perdere un dettaglio, una battuta, un silenzio, l’intenzione di un volto.

Dopo aver lavorato insieme alla sceneggiatura de "La grande bellezza", "This Must Be the Place" (David di Donatello per la migliore sceneggiatura nel 2012) e "The Young Pope", Paolo Sorrentino e Umberto Contarello firmano questa nuova eccezionale prova.

– Ma chi sono “loro”?
– Loro... quelli che contano.

Loro - Diario del film

27.05.2018

di Paolo Sorrentino e Gianni Fiorito

Il premio Oscar® Paolo Sorrentino torna con "Loro", il film più atteso del cinema italiano.

L’appassionata documentazione di Gianni Fiorito rende questo volume fotografico un vero e proprio percorso dentro il film, fra foto di scena e foto di set, oltre alle foto di alcune sequenze tagliate.

Un diario di lavorazione che consente di fermarsi sul dettaglio di un’espressione, di un gesto, di una scena corale, di cogliere l’intelligenza, la fatica, l’intensità e lo studio meticoloso di ogni inquadratura, oltre che la magistrale interpretazione di Toni Servillo nei panni di Silvio Berlusconi.

Le Luci della Centrale Elettrica - Canzoni ai tempi dei licenziamenti

27.05.2018

di Daniele Coluzzi

La Terra, l’Emilia, la Luna. Sono tante le immagini che affollano le poesie di Vasco Brondi, cantautore salito al successo nel 2008 grazie a una semplice chitarra acustica e dei testi scarni, originali, inaspettati. Si fa chiamare “Le luci della centrale elettrica” e quello che propone è un progetto complesso e vario, nel quale la voce si confonde con gli oggetti di cui canta: dalle strade sterrate alle centrali a turbogas, dallo schermo luminoso di un pc ai viaggi della speranza nel Mediterraneo, ogni elemento della quotidianità diventa un simbolo potente con il quale leggere la nostra contemporaneità. Partendo dalle canzoni da spiaggia deturpata del primo disco e arrivando alle spiagge di terra, finora l’ultima produzione, questo libro racconta la poesia del cantautore ferrarese e il suo modo di affrontare grandi temi come le migrazioni, il lavoro, la produttività, l’amore ai tempi dei licenziamenti e delle partenze. Attraverso dischi, libri, fumetti e collaborazioni importanti, si descrive l’evoluzione di un progetto vivo e in costante crescita. Indipendente nella sua accezione più profonda, Vasco Brondi è oggi una pietra miliare dei cantautori del Duemila, un artista apprezzato da critica e pubblico grazie a uno stile e a un’estetica tra le più riconoscibili; un grande protagonista della nuova scena musicale italiana e forse, come è stato definito, “il più bravo di quelli nuovi”.

33 giri - Guida ai cantautori italiani - Gli anni settanta

27.05.2018

di Mario Bonanno

All'inizio degli anni Settanta, in un'Italia in cui la protesta porta migliaia di ragazzi in piazza, esplode il fenomeno dei cantautori.

Legato a una rivoluzione dei costumi resasi ormai ndispensabile, il cantautorato s'inserisce tra le inquietudini della gioventù, cogliendo e facendo propri i diversi umori della società. I nuovi modelli di vita, i nuovi disagi, le nuove inquietudini, in una parola, la voglia di cultura e di cambiare il mondo, trovano così un nuovo portavoce nelle musiche e nei testi di Francesco Guccini, Fabrizio De Andrè, Eugenio Finardi, Pierangelo Bertoli, Claudio Lolli, Stefano Rosso, Roberto Vecchioni, Gianfranco Manfredi, Rino Gaetano, Giorgio Gaber, Enzo Jannacci e molti altri. 33 Giri parla proprio di questo. Racconta un momento decisivo della nostra Storia attraverso i migliori LP del decennio, dal 1970 al 1979. Con un percorso lineare, che ha il merito di mostrare la crescita di un fenomeno musicale a cui, anno dopo anno, si aggiungono nuovi protagonisti, creando la colonna sonora ideale di una protesta giovanile senza precedenti in Italia, definita “L'assalto al cielo”.

Disoccupate le strade dai sogni

21.05.2018

di Claudio Lolli

I testi delle canzoni, le note a margine, le fotografie, tutta la storia di uno dei maggiori cantautori italiani, raccolta per la prima volta in un libro.

Dopo 45 anni caratterizzati da album che hanno contribuito alla storia della canzone d'autore, Claudio Lolli ha deciso di riunire in un unico volume tutti i testi delle sue canzoni. Lo ha aiutato in questo lavoro un suo collaboratore storico, il sassofonista Danilo Tomasetta, già con lui nel disco "Ho visto anche degli zingari felici" e di nuovo al suo fianco nell'ultimo disco "Il grande freddo".

Musica Nuda - Verso Sud

19.05.2018

Si intitola “Verso Sud” il nuovo album dal vivo di Musica Nuda, il duo voce e contrabbasso composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti. Il disco è testimonianza del concerto tenutosi a fine 2016 al Teatro Comunale di Vicenza; un evento unico creato appositamente per il Festival delle Tradizioni. “Verso Sud” è un viaggio nel sud musicale dell'Italia e del mondo in puro stile Musica Nuda e cioè “Istinto” e “Libertà”, sia nello scegliere il repertorio, sia nel modo di interpretarlo, con leggerezza ma mai senza rispetto.

“Speriamo lo amiate come lo amiamo noi perché è la fotografia di un concerto sincero e appassionato, di un viaggio entusiasmante verso…Sud!” Petra & Ferruccio

>> Facebook

Andrea Mingardi - Ho visto cose che...

19.05.2018

“Ho visto cose che..." è il nuovo album di inediti del cantautore Andrea Mingardi: 13 tracce con cui il cantautore bolognese regala al pubblico una miscela di soul, rock, funky, blues e anche un po’ di rap, grazie al featuring con Frankie hi-nrg mc nel brano “Anima Soul”. Un secondo featuring è presente nel brano “Riaprono i locali”, caratterizzato da un solo del sassofonista Stefano Di Battista, che arricchisce l’emozionante rewind evocato dalla canzone.

>> Facebook

>> Video "Ci vuole un pò di Rock'n'Roll"

Sergio Caputo - Oggetti smarriti

19.05.2018

“Oggetti smarriti” è una raccolta di brani che si erano persi qua e là, fra un album e l’altro, ma molto amati sia dall’artista che dal pubblico, tanto che nei concerti non manca mai una pausa unplugged in cui Sergio ne esegue alcuni alla chitarra. E questo è esattamente lo spirito dell’album: brani suonati voce e chitarra, accompagnati da una ritmica minimalista (fatta eccezione per “Scrivimi scrivimi”, brano volutamente più elaborato per poter bussare alla porta delle radio). L’autore si è voluto divertire suonando tutte le parti con strumenti di fortuna, chitarre da mercatino delle pulci, maracas e tamburelli dei suoi bimbi, armoniche comprate d’impulso e dimenticate per anni, ukulele, ritmo battuto col piede. Il risultato è un sound sorprendente, carico di atmosfera, un invito a ritrovarsi la sera sulla spiaggia, in un pub o in casa di amici, e suonare queste canzoni ritrovate, per farle diventare dei classici.

>> Facebook

>> Video "Scrivimi scrivimi"

Divorare il cielo

17.05.2018

di Paolo Giordano

"Divorare il cielo" è un romanzo potente e generoso, che restituisce al lettore l'antica meraviglia di una grande storia in cui perdersi.

Quei tre ragazzi che si tuffano in piscina, nudi, di nascosto, entrano come un vento nella vita di Teresa. Sono poco piú che bambini, hanno corpi e desideri incontrollati e puri, proprio come lei. I prossimi vent'anni li passeranno insieme nella masseria lí accanto, a seminare, raccogliere, distruggere, alla pazza ricerca di un fuoco che li tenga accesi. Al centro di tutto c'è sempre Bern, un magnete che attira gli altri e li spinge oltre il limite, con l'intensità di chi conosce solo passioni assolute: Dio, il sesso, la natura, un figlio.

La vita fino a te

17.05.2018

di Matteo Bussola

Dopo il successo di "Notti in bianco, baci a colazione", Matteo Bussola scrive un libro sull'amore di coppia. Vissuto, immaginato, sperato, fallito. L'amore che «non ti completa, ma ti comincia».

L'amore molesto

17.05.2018

di Elena Ferrante

Portato sullo schermo con successo da Mario Martone, "L’amore molesto" resta uno dei romanzi italiani più importanti e originali degli ultimi anni. Un romanzo che ha rivelato il talento di Elena Ferrante, autrice schiva e lontana dai milieux letterari. La trama ruota intorno al rapporto tra Delia e la madre Amalia, un rapporto madre-figlia scavato con crudeltà e con passione.

Elena Ferrante - Parole chiave

17.05.2018

di Tiziana De Rogatis

Parole chiave per orientarsi nel labirinto dell’ "Amica geniale", di Napoli, di una storia universale sull’affinità e la solitudine dei destini.

Attraverso queste parole-chiave si delinea l’immaginario creato da Ferrante: un mondo capace di rendere universale ciò che viene generalmente considerato marginale. È infatti un’amicizia femminile, nata nel degrado di una periferia urbana, tra minorità ed emancipazione, a rendere leggibile il paesaggio storico-sociale della storia europea tra gli anni Cinquanta del Novecento e i primi dieci del nuovo millennio.

Il catalogo delle donne valorose

17.05.2018

di Serena Dandini

Serena Dandini decide di raccontare le vite di trentaquattro donne, intraprendenti, controcorrente, spesso perseguitate, a volte incomprese ma forti e generose, sempre pronte a lottare per raggiungere traguardi che sembravano inarrivabili, se non addirittura impensabili. Così, una accanto all'altra, introdotte dai meravigliosi collages di Andrea Pistacchi, scorrono le vite di Ilaria Alpi, la giornalista uccisa mentre indagava su scomode verità, Kathrine Switzer, la prima donna a correre la maratona di Boston, Ipazia, che nel IV secolo, contro i divieti ecclesiastici, osò scrutare il cielo per rivelare il movimento dei pianeti, Olympe de Gouges, autrice nel 1791 della rivoluzionaria Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina, fino a Betty Boop che, pur essendo solo una donnina di carta, ha dovuto comunque subire una censura per via della propria esuberanza. In attesa di un riconoscimento ufficiale con tanto di busti marmorei e lapidi a eterna memoria, l'autrice ha affiancato alle protagoniste del suo libro altrettante rose che lungimiranti vivaisti hanno creato per queste donne valorose.

Le 10 parole latine che raccontano il nostro mondo

17.05.2018

di Nicola Gardini

Il latino – quello dei grandi autori ma anche quello quotidiano che spesso usiamo senza rendercene conto – è un tesoro di significati che continuano a parlarci e a renderci quel che siamo. Non soltanto perché attraverso questa lingua possiamo farci idee più chiare sulla provenienza di immagini, metafore, modi di dire, ma soprattutto perché il latino costantemente ci sfida a entrare in dialogo con il nostro passato, e quindi a interpretare con maggiore consapevolezza i segni del futuro che ci attende. In questo personalissimo vocabolario ideale, spaziando dalla storia alla filosofia, dai grandi classici agli scrittori moderni, Nicola Gardini sceglie dieci parole che hanno formato e tuttora formano il nostro tempo e la nostra civiltà, e attraverso cui è possibile leggere in controluce frammenti della storia di tutti noi. Il latino non può essere infatti limitato a studio delle nostre origini, di radici che sono per definizione nascoste e sotterranee: il latino è un albero, è dotato di fusto, rami, foglie che tendono verso il cielo. Il latino è una foresta che si è espansa ed è arrivata fino a noi. E che certamente non si fermerà qui.