Ernest Chausson - Concert in D Op.21 Da Vinci Classics
cover of article Style: Classico
No tracklist available

WG Image CD CHF 25.00

Notes

Che lo si ami oppure no, Chausson rappresenta un rarissimo gruppo di compositori che oggi non possono più dirsi facenti parti a pieno titolo dei nomi più noti, ma che allo stesso tempo non possono ancora essere completamente relegati ad uno livello di minore importanza. Allo stesso tempo non è autore di primo piano dei programmi da concerto ma nemmeno considerabile a margine dello stesso, è quindi in un limbo, una sottile linea di confine che a seconda del periodo di ricezione pende da una parte e dall’altra.

Questo disco che vede un gruppo eccezionale di interpreti come il pianista Leonardo Zunica, il violinista Paolo Ghidoni ed il Boito Quartet affrontare una delle pagine più intense, innovative e complesse di questo autore fa ben sperare che la bilancia penda finalmente a favore del compositore. Questo concerto, atipico nella sua formazione strumentale, può dirsi senza esagerazione tra i capolavori del compositore e tra le massime esperienze musicali che la Francia di quel periodo abbia prodotto. Non solo, la forza drammatica unita da un equilibrio pressoché perfetto della forma musicale, lo rendono di fatto un punto di frequentazione che dovrebbe essere imprescindibile per ogni formazione cameristica. L’intera compagina, i due solisti su tutti, non si limitano ad eseguire con virtuosismo e perfezione senza pari, ma donano una vita ed un corpo a questa partitura come probabilmente non si era mai sentito prima nelle non ancora numerose interpretazioni in disco offerte dal passato e permettono di apprezzare tanto il genio del compositore quanto la bravura e l’intelligenza dell’interpretazione.