L'arte dell'autodistruzione Altipiani
cover of article Style: Indie, Musica d'autore, Rock, Dark
1.Il tempo di andare
2.Come quando fuori piove
3.Cigolano tutte le porte
4.Ho messo da parte tempo da perdere
5.L'uomo delle caramelle
6.I tuoi capelli lisci sono diventati ricci
7.L'ultima volta che ti ho guardata dormire
8.L'arte dell'autodistruzione
9.Nessuna traccia
10.Le stesse immagini
11.Tu menti

WG Image CD USD 21.40

Share

Links

>> Streaming

Notes

“L’arte dell’autodistruzione” è il quarto album di Carmelo Amenta. È pieno di istanti e di particolari in cui si mette a nudo: e non è un bel vedere. È composto da dieci storie d’amore ammaccate e da una cover, in versione garage, dei CCCP.

Le atmosfere dark wave che contraddistinguono il disco fanno da colonna sonora a lettere non spedite e considerazioni mai compiaciute né retoriche. È una sorta di riflessione amara ed ironica sulla fine di una relazione fondamentale e stramba e sulle conseguenze che derivano da essa. È il brindisi incoerente e salvifico di chi farebbe meglio a restare per terra e invece prova di continuo a rimettersi in piedi: di sottofondo suona un’orchestrina elettrica che, a giudicare dal pubblico, pare aver perso l’istinto all’ autoconservazione.