Polyphonie Sidecar
cover of article Style: Classico, Ethno, Jazz, Afro-Beat
1.Lo spirito della foresta
2.Classica
3.Nyumba
4.Jouer pour la terre
5.La marcia su Algeri
6.Bala Kairos
7.Neve
8.Pensieri utili
9.Makombe
10.Zora Zora
11.Ninna nanna per un fiore
12.Tchubi-o

WG Image CD CHF 24.20

Links

>> Facebook

Notes

La Classica Orchestra Afrobeat, nella sua terza produzione artistica dopo la rilettura di Fela Kuti insieme al figlio-erede Seun, e l'opera epica Regard sur le Passé con i due griot Baba Sissoko e Sekouba Bambino, si dedica alla contemplazione catartica delle voci della natura e crea un proprio habitat immaginifico alla ricerca di una primitiva armonia tra l'umano e il divino.

In "Polyphonie" l'ensemble emiliano-romagnolo diretto dal polistrumentista Marco Zanotti, con il suo organico misto di strumenti antichi europei ed africani, intaglia storie che mantengono una ritualità dilatata, in simbiosi con la smisurata grandezza della natura. Nell'utilizzo delle voci e del contrappunto vi è la duplice valenza della tradizione musicale colta europea e del ricco patrimonio ritmico africano. Fatta eccezione per un brano di Miriam Makeba, il programma è costituito di composizioni originali, nate dal silenzio mobile di un lago o dal respiro degli alberi, frutto di un estensivo lavoro di gruppo.

Nato e cresciuto in Camerun, Njamy Sitson è la voce solista di "Polyphonie". È un artista dal profilo internazionale che si dedica ai canti polifonici millenari dei Pigmei e delle popolazioni centrafricane ma anche al canto barocco europeo, con collaborazioni eccellenti e un'intensa attività didattica in tutto il mondo.

(Fonte: Audioglobe)