La Scapigliatura Mescal
cover of article Style: Indie, Musica d'autore, Pop
1.Appassimento
2.L'ultimo metrò
3.Margherita
4.Canzone banale
5.Le donne degli altri
6.L'antisociale
7.Dance with You
8.Morbida
9.Neve a settembre
10.Tenera è la notte
11.Dall'altra parte di noi due

WG Image CD CHF 31.60

Notes

Come in poco più di 150 anni, il movimento (ondulatorio, ne converrete ascoltando le loro canzoni) abbia raggiunto Cremona e questi scapigliati contemporanei, rimane un mistero degno del celebre e omonimo programma.

Niccolò e Jacopo Bodini, sono due fratelli che da sempre suonano in simbiosi e scrivono le loro canzoni che recentemente propongono a Mescal; ne deriva una lunga, tortuosa e nevvero sofferta scrematura; rimangono 11 tracce a segnare il cammino che li porta a completare il primo e omonimo album: La Scapigliatura.

Il progetto La Scapigliatura rende omaggio – attraverso le loro canzoni – alla tradizione cantautorale italiana che viene rivisitata con un linguaggio ironico e ricco di riferimenti al pop e – giustappunto per non perdere il contatto con il movimento bohéme che li ispira – alla cultura alta, raccontando con fare cinematografico storie di pensieri e sequenze quotidiane dove le donne e le idee si intrecciano (soprattutto le donne) nel passaggio dall’adolescenza all’età adulta dei due autori. L’ascolto è un viaggio musicale che dalla canzone d’autore, passa per l’elettronica francese e le atmosfere suggestive del rock nord-europeo, creando paesaggi sonori di vasti orizzonti.

Un background internazionale ed eclettico che riflette le esperienze di vita e lavoro della band: Jacopo musicista e filosofo, si esibisce sui palchi più intimi della Francia, dove sta conseguendo un dottorato di ricerca. Niccolò, di poco più giovane, è studente in Giurisprudenza a Milano, dove è attivo da tempo nel campo dello spettacolo: ha condiviso il palco con artisti come Morgan, LeLe Battista e Violante Placido, ma anche il microfono di Chiedo Asilo su Radio 24, trasmissione musicale di Gaetano Cappa e Marco Drago; ha collaborato con Elisabetta Sgarbi presso la casa editrice Bompiani e al prestigioso festival La Milanesiana.

(Fonte: Mescal)