I classici italiani 1 2010
cover of article

Title : 3

La caduta degli dei
La caduta degli dei

Director

Luchino Visconti

Actors

Dirk Bogarde
Charlotte Rampling
Helmut Berger
Helmut Griem
Ingrid Thulin
Umberto Orsini
Florinda Bolkan
Nora Ricci
Reinhard Kolldehoff
Renaud Verley
Albrecht Schoenhals

Language (Audio format)

Italiano

Subtitles

Italiano (per non udenti)

Runtime

150 minuti

Region code

2

Aspect ratio

-

Age rating

-

Distributed by

Cecchi Gori

Release

2010
1969
Ballando ballando
Le bal

Director

Ettore Scola

Actors

Étienne Guichard
Régis Bouquet
Francesco De Rosa
Arnault LeCarpentier
Liliane Delval
Martine Chauvin
Danielle Rochard
Nani Noël
Aziz Arbia
Marc Berman
Geneviève Rey-Penchenat
Michel van Speybroeck
Rossana Di Lorenzo
Michel Toty
Raymonde Heudeline
Jean-Claude Penchenat
Jean-François Perrier

Language (Audio format)

Italiano

Subtitles

Italiano (per non udenti)

Runtime

-

Region code

2

Aspect ratio

-

Age rating

-

Distributed by

Cecchi Gori

Release

2010
1983
L'albero degli zoccoli
L'albero degli zoccoli

Director

Ermanno Olmi

Actors

Carlo Rota
Luigi Ornaghi
Francesca Moriggi
Omar Brignoli
Teresa Brescianini
Antonio Ferrari
Giuseppe Brignoli
Pasqualina Brolis
Massimo Fratus
Francesca Villa
Maria Grazia Caroli
Battista Trevaini
Giuseppina Langalelli
Lorenzo Pedroni
Felice Cervi

Language (Audio format)

Italiano

Subtitles

Italiano (per non udenti)

Runtime

170 minuti

Region code

2

Aspect ratio

-

Age rating

-

Distributed by

Cecchi Gori

Release

2010
1978

Runtime

452 minuti

Region code

2

Age rating

-

Distributed by

Cecchi Gori

Release

2010
WG Image 3 DVD CHF 46.90

Share

Synopsis

LA CADUTA DEGLI DEI: Il film narra la saga della famiglia Essenbeck, proprietaria di grandi acciaierie, alla vigilia della presa del potere dei nazisti in Germania. Il vecchio Joachim è intenzionato a passare la mano ai figli, tra cui ci sono fautori e oppositori di Hitler. Tra i parenti più stretti c'è anche un simpatizzante delle SS che approfitta della situazione per sbarazzarsi con la violenza dei suoi avversari all'interno della famiglia.

BALLANDO BALLANDO: Una sala da ballo della periferia di Parigi, nella quale per quasi 50 anni (dal 1936 ad oggi) si incontrano di sabato piccoli borghesi, commesse, lavoratori: un mondo di delusi e di esclusi, tutti celibi e tutti là per il ballo, che è il solo approccio (e tuttavia discreto e non di rado anche timido) e l'unico ponte di comunicazione. Cinquanta anni di canzoni - le più celebri e non soltanto fra le francesi - che marcano via via l'epoca del Fronte popolare, la guerra e l'occupazione, la liberazione di Parigi e poi ancora i momenti dell'Algeria e le barricate del '68, fino all'irruzione, in una sala dalle luci livide, della violenza e dei punk. E, questo senza ricorrere ad una sola parola, ma senza con ciò avvalersi dei moduli e delle tecniche del film muto, tessendo tutto il racconto ed arricchendolo con continue notazioni relative agli abiti che cambiano con la moda, alla stessa maniera di truccarsi, ai gesti e comportamenti, grazie ad un gruppo di attori, personaggi o silhouettes che siano, che sono e restano sempre gli stessi, nell'immutato gioco delle coppie, nell'incessante, implacabile fluire del tempo. Fino al riecheggiare di 'Que reste-t-il de nos amours?' di Charles Trenet, sottile vena di malinconia finale.

L'ALBERTO DEGLI ZOCCOLI: Tra l'autunno 1897 e l'estate 1898, quattro famiglie vivono in una cascina della Bassa Bergamasca. Tra i componenti di questa comunità esiste un profondo legame spirituale e culturale che li porta a vivere insieme cose belle e cose tragiche, avvenimenti ordinari e avvenimenti straordinari. Quando si tratta di versare al severo Mesagiù, il padrone della fattoria, i due terzi dei prodotti, cercano tutti di barare per guadagnare pochi chili di farina. Quando la bella Maddalena va sposa a Stefano, tutti fanno corona al matrimonio stramattutino e tutti accolgono gli stessi quando tornano da Milano con il bimbetto adottato. Insieme uccidono il maiale; separano i contendenti; ascoltano i racconti dei vecchi; ricevono il parroco, don Carlo: prendono parte alle funzioni religiose e alle sagre paesane. Tutti godono per la miracolosa 'guarigione' della vacca della povera vedova Runk. Menek è il bambino di sei anni che, unico della fattoria, frequenta la scuola. Un giorno torna a casa con uno zoccolo rotto. Papà Batistì lavora nascostamente per tutta la notte a intagliargliene uno nuovo. Ma si è servito di un albero tagliato abusivamente. Il padrone lo caccia e tutti gli amici osservano sgomenti e impotenti la sua partenza con la famigliola verso l'ignoto e la miseria.

Extra features

-

Notes

-