Il marchio ribelle Einaudi
cover of article Subject: Narrativa

Overview

Il tatuaggio è un collante sociale, segna l'appartenenza, ma è anche un linguaggio, in certi casi addirittura la chiave per entrare in un mondo. A patto di non infrangere il tabú: mai chiedere a un criminale cosa significa il disegno che ha addosso.

Nicolai Lilin torna a Fiume Basso, il quartiere di Bender in cui è nato e cresciuto. E ci racconta la sua storia con gli occhi di un ragazzino che per la fretta di diventare grande è disposto a buttarsi negli scontri piú violenti. Ma anche a trascorrere le giornate al fiume insieme ai suoi amici, giocando a farsi trasportare dalla corrente. Kolima impara a schivare i colpi nelle risse, impara i codici della guerra fra bande, ma soprattutto impara a conoscere il mondo attraverso i tatuaggi. Leggendo le storie che gli uomini portano sulla pelle, Nicolai Lilin – in questo libro che va di pari passo con Educazione siberiana – racconta l’apocalisse di una criminalità ancestrale con la scrittura spietata e selvatica di chi è stato tra quelle fiamme.
WG Image Book USD 36.50

Share

Links

-

Details/Notes

Collana: Super ET / Pagine: 192