AA.VV. 2018
Dive! Lyda Borelli, Francesca Bertini Cineteca di Bologna
cover of article Subject: Cinema/Spettacolo

Overview

LYDA BORELLI
Ma l’amor mio non muore! (1913, 80’) di Mario Caserini
Rapsodia satanica (1915-1917, 45’) di Nino Oxilia

FRANCESCA BERTINI
Sangue bleu (1914, 65’) di Nino Oxilia
Assunta Spina (1915, 72’) di Gustavo Serena e Francesca Bertini

Versioni restaurate con accompagnamenti musicali originali

Quattro capolavori del cinema muto italiano per scoprire il fascino del diva-film. Quattro film abitati da formidabili donne e attrici, che un secolo fa divennero protagoniste assolute della cultura dell’immagine.

'Ma l’amor mio non muore!', primo film di Lyda Borelli e origine del diva-film: un tuffo nell’immaginario, nella cultura, nella moda liberty italiana. 'Sangue bleu', Francesca Bertini raggiunge lo status di diva in un sontuoso melodramma coniugale e materno. 'Assunta Spina', ‘il’ film della Bertini, anche regista: il suo successo più grande, il suo ruolo più appassionato, il capostipite del realismo cinematografico. Ancora Borelli nel film che segna la sua apoteosi e il vertice del muto italiano: 'Rapsodia satanica', dramma erotico e fantastico, opera unica per la bellezza dei suoi colori e della partitura musicale composta da Pietro Mascagni.

Con saggi di Mariann Lewinsky, Ivo Blom, Michele Canosa, Gerardo Guccini, Giovanni Lasi, Eric de Kuyper, Timothy Brock e Gian Luca Farinelli
WG Image 4 DVD + Libro CHF 48.10

Links

-

Details/Notes

Collana: Il Cinema Ritrovato / 4 DVD e un Booklet (185', 72 pagine) / Lingua: italiano/inglese