Frame 2021
Classic Storm FermentiVivi
cover of article Stil: Progressive, Rock
Disc 1
1.I Hope
2.Sound of Prayer
3.Fenice
4.Out of My Prison
5.Moonlight of Frame
6.Soul of My Guitar

Disc 2
1.Laquinta
2.Quarta aria
3.Concierto
4.Medley Tchay
5.Luna chiara
6.Laturca

WG Image 2 CD CHF 28.80

Bemerkungen

Il primo è un disco sognante in cui le chitarre tese, il ritmo energico ed epico, il basso profondo e un pianoforte malinconico costruiscono un'impalcatura epic-rock indiscutibile dal suono energico e pulito, con linee tiepide e limpide, unite a melodie costruite sugli spigoli. Una chitarra, quasi parlante, è la protagonista che scandisce stralci di poesie metropolitane con la voglia di grattare via la superficie e tradurre in urla controllate ciò che vede. Un suono ben utilizzato nella scelta dei registri e della metrica che, in alcuni momenti, risulta esplosiva. Si tratta di una scelta consapevole, dovuta alla volontà di vestire con abiti meccanici il groove essenziale e a volte un po' pretenzioso. Sei pezzi in tutto con giochi di suoni sul filo della fluidità.

I Frame non credono alla contrapposizione e alla gerarchia tra colto e incolto, "Classic Storm" diventa nel secondo disco il simbolo della fecondità nell'approccio antiaccademico alla musica scritta con rivisitazioni di opere classiche di grandi compositori tra cui Beethoven, Chopin, Mozart, Tchaikovsky e Bach. È la raccolta di 6 brani con figure formate da coppie di note suonate in modo vivo, seguite da una serie di accordi discendenti che evocano un senso di minaccia. Al timore s'affianca lo stupore quando arrivano salti d'ottava che somigliano a singhiozzi. La musica sembra incespicare e al fantastico si sovrappone il grottesco. Potrebbe essere la partitura di un compositore tardo ottocentesco o potrebbe essere la performance di un gruppo di progressive rock. È entrambe le cose.