Art Is a Cat (Vinile) Schema Records
cover of article Stil: Ambient, Elettronico, Jazz, Soul, Trip Hop, Downtempo
Side A
1.Nobody Knows
2.When You Died (feat. Sean Martin)
3.Ohm and Raga
4.Little Girl (feat. Rahma Hafsi)
5.Astratto

Side B
1.Art Is a Cat (feat. Beatrice Velasco Moreno)
2.Alli guai
3.Carpet of Green (feat. Georgeanne Kalweit)
4.Summer Blues

Side C
1.Sweet Love (feat. Beatrice Velasco Moreno)
2.Nella sua loca realtà (feat. Lola Kola)
3.Ghosts
4.Two Thousand Parts (feat. Sean Martin)
5.Mare della tranquillità

Side D
1.Teach Me to Dance (feat. Beatrice Velasco Moreno & Sean Martin)
2.Intreccio
3.No Frame (feat. Georgeanne Kalweit)
4.I Love You
5.She Says I'm Bad

WG Image 2 LP CHF 41.70

Bemerkungen

“Art Is a Cat” è l’ottavo studio album di The Dining Rooms - tredicesimo se si contano i cinque album di remix e rework - in oltre vent’anni di carriera. Esce a distanza di cinque anni dallo strumentale “Do Hipsters Love Sun (Ra)?”, e si propone come nuova pietra miliare nel percorso artistico del duo milanese formato da Stefano Ghittoni e Cesare Malfatti.

“Art Is A Cat” infatti racchiude in sé tutte le molteplici sfaccettature della musica dei Dining Rooms e conserva tutte le caratteristiche del loro tipico trademark: canzoni in bilico tra folk e soul, dilatazioni dub, hip hop strumentale ed atmosfere cinematiche. Per non rinunciare a nessuno di questi aspetti, Stefano e Cesare hanno deciso di non sacrificare nulla, scrivendo e producendo un album di ben 19 brani per circa 60 minuti di durata.

“Art Is A Cat” ospita inoltre una nutrita schiera di cantanti, complici nella scrittura dei testi, tra voci storiche e assolute novità; le parti vocali sono inframezzate dai classici strumentali della band, downtempo visionari dall’indole funk e micro-song più sperimentali. Tornano quindi Sean Martin e Georgeanne Kalweit con due canzoni ciascuno, mentre tra le new-entry abbiamo l’italo-tunisina Rahma Hafsi, la giovanissima italo-salvadoregna Beatrice Velasco Moreno (che interpreta in coppia con Sean ai cori lo spoken word 'Teach Me to Dance' e Lola Kola, regina di Tropicantesimo. Chiudono la rassegna delle parti vocali due episodi in cui Stefano rispolvera il suo passato di cantante negli anni ’80 con Peter Sellers & The Hollywood Party, interpretando l’indianeggiante 'Ohm and Raga' e la ballata esistenzialista 'She Says I’m Bad'.