My Life Is Now - A Tribute do Marco Tamburini Caligola Records
cover of article Stil: Jazz, Swing
1.Bossa to Cris
2.Eduard
3.Last minute
4.Nebbie
5.Fast Line
6.My Life Is Now
7.Napoli
8.Giochi di luci
9.Donna
10.Aerei di carta

WG Image CD CHF 24.30

Bemerkungen

La Reunion Big Band, fondata da Marco Tamburini, insieme a Roberto Rossi e Piero Odorici, con l’obiettivo di riunire alcuni dei migliori giovani musicisti jazz emiliani e toscani, ha debuttato nell’autunno del 1999 al Chet Baker, famoso club bolognese dove si è esibita due volte al mese per un’intera stagione. Si è così andato consolidando, intorno alla figura di Tamburini – musicista capace di unire grande talento e professionalità ad una non comune carica umana – un gruppo affiatato e stilisticamente omogeneo di jazzisti, fra cui alcuni giovani emergenti che nell’orchestra hanno fatto le prime importanti esperienze professionali e sono cresciuti musicalmente. La Reunion Big Band si è esibita negli anni successivi in molti festival, teatri e club dell’area tosco-emiliana; dopo un lungo periodo di inattività, si è nuovamente riunita nell’estate del 2012 per accompagnare la cantante Dee Dee Bridgewater al Narni Black Festival. Questo concerto, oltre che rappresentare un’importante appa nella vita dell’orchestra, ne ha determinato la ripresa dell’attività, prima sotto la direzione del trombettista cesenate poi, dopo la sua scomparsa, dell’amico e trombonista Roberto Rossi. Oltre che reinterpretare con arrangiamenti originali i grandi classici del jazz orchestrale americano, sia di sapore swing che di gusto più moderno, non sono mai mancate nel repertorio della big band anche le composizioni del leader, che costituiscono il materiale con cui l’orchestra firma oggi il suo debutto discografico e ricorda il suo compianto leader.

I dieci magnifici brani scelti per questa registrazione, tutti di Marco Tamburini, i brillanti arrangiamenti con cui ci vengono riproposti, così come gli splendidi assoli presi dai musicisti dell’orchestra, oltre che da ospiti del calibro di Pietro Tonolo, Fabrizio Bosso (magnifici i loro assoli in Bossa to Criss) e Marcello Tonolo (che mette il sigillo, con Roberto Rossi a Eduard), sono il miglior modo per rendergli omaggio, valorizzare la sua musica eringraziarlo dell’immenso contributo dato al jazz italiano. Da segnalare il tema struggente del brano che dà il titolo al disco, fra le ultime composizioni di Marco, perfetta sintesi del suo sentire umano e musicale.