Trenodia Tactus
cover of article Stil: Classico
Keine Tracklist vorhanden

WG Image 2 CD USD 30.60

Empfehlen

Links

-

Bemerkungen

Trenodia ovvero “[se]... questo è l’uomo” è un oratorio “laico” in cinque parti. L’opera è eseguibile anche come pièce scenica in cui i testi recitati e la musica vocale e strumentale si alternano accompagnati da una scarna ed essenziale coreografia. La parte recitata su cui è costruito un sobrio itinerario drammaturgico – a tratti quasi evanescente e onirico - è costituita dalla lettura di una miscellanea di poesie e prose scritte da poeti e soldati che parteciparono o che scrissero sulla Grande Guerra (Carlo Emilio Gadda, Piero Jahier, Emilio Lussu, Paolo Monelli, Aldo Palazzeschi, Edoardo Sanguineti, Renato Serra, Giuseppe Ungaretti). La musica è stata composta da Pier Paolo Scattolin nel 2017: oltre al materiale musicale originale riecheggiano in maniera evocativa anche frammentarie citazioni di alcune melodie che erano cantate nella “ordinaria consuetudine” della vita di trincea durante le pause spesso lunghe e alienanti dell’aberrante attività bellica. Trenodia non è un “musical” commemorativo, ma uno spazio temporale e sonoro di riflessione sull’agire dell’uomo, sulle motivazioni, sulle reazioni e la visione della guerra da parte del soldato che danno luogo ad atteggiamenti così significatamente diversi da quelli degli alti ufficiali al comando e che mettono a nudo le squallide strategie del potere politico. In quest’oratorio la guerra è lapidariaman - te presentata come sofferta condivisione dei soldati di un’esperienza negativa, in cui il potere appare totalmente alieno da un’interpretazione logica della vita ed effigiato in una tragica dimensione di “monstrum”.