Caosfera Electromantic
cover of article Stil: Progressive
1.Graffiti
2.Temporali nascosti
3.Dune
4.Scrupolosamente arioso
5.Pietre
6.Caosfera
7.Verso sera

WG Image CD CHF 28.90

Bemerkungen

Negli ultimi due decenni, con la rinascita a livello internazionale del Prog, molti gruppi sono nati in Italia e nel mondo, rifacendosi al Prog storico, mentre alcuni gruppi, "più rari", per la verità, hanno cercato una via personale, il più possibile unica, distante da riferimenti stilistici di altri gruppi preesistenti. Tra questi secondi vi è sicuramente "Cantina Sociale", ora diventata "CantinaSociale". Fedele allo spirito autentico del Prog, che si "vedeva" per definizione proiettato in avanti, alla ricerca di una propria espressività, distante il più possibile da "indirizzi e modelli", la musica della band astigiana si è ritrovata già dagli inizi immersa in quel "nuovo stilistico alla Cantina Sociale" che è il suo mondo espressivo. Proprio la "teatralità in musica" è stato un elemento presente sempre nella "sceneggiatura" sonora per così dire, della band, con brani che si contraddistinguono per continui cambi di "scena interpretativa". Questa componente "teatral sonora" presente nei loro album "Balene", "Cum Lux" e nel DVD "Catturati Live", la ritroviamo in una nuova veste nel loro ultimo album "Caosfera". Troviamo questa continuità nell'ambito di un "sound" che non vede più la voce di Iano Nicolò (Arti & Mestieri), ma si è rimessa in gioco con successo percorrendo l'avventurosa, per non dire "rischiosa" strada del Progressive strumentale.

La pubblicazione del nuovo CD "Caosfera" segna una svolta per il gruppo che passa ad una produzione di brani solo strumentali. "Caosfera" vede la collaborazione di Antonio Catalano artista eclettico, attore, pittore, scultore e poeta; Livio Musso scrittore, autore di testi musicali e regista; Christian Saggese chitarrista classico che vanta collaborazioni con Isildurs Bane, Ares Tavolazzi, Richard Barbieri e partecipazioni a performances live con Isildurs Bane, Pat Mastelotto, Tony Levin, Ares Tavolazzi, (Area), Richard Barbieri e altri.

"Caosfera", un lavoro di profonda ricerca e lunga gestazione, rappresenta un momento di fondamentale maturazione da parte della band, con nuove composizioni che, fedeli allo spirito della band, si ritrovano, più che mai fedeli allo spirito prog della "nuova strada": un momento di "arrivo di maturazione" che è anche inizio di un nuovo periodo della band. Molto interessanti le partiture "surrealiste" che si trovano all'interno della confezione in Digipack, create da Antonio Catalano, disegnate in un modo assolutamente personale, originale, ironico ed imprevedibile. Una nota curiosa ed interessante è che un brano del CD, "Temporali nascosti" è "il sonoro" del cortometraggio "muto" "Temporali nascosti" dell'autore regista Livio Musso.