The Jolly Joker Years 1967/1969 Saar Records
cover of article Stil: Beat, Pop
CD 1: Joker Singles
1.Massachussetts
2.Jennifer Browne
3.Adios amor
4.Dolce valle
5.Jezamine
6.Amore sto dicendo a te
7.I've Got Something Too
8.Seven Times Seven
9.Alla fine della strada
10.Non è il violino
11.Sunflower Eyes
12.Weather Vane
13.Domani domani
14.Tomorrow's Dream
15.My Name Is Love
16.I Can't Say
17.Jesamine
18.Adios amor (English Version)
19.Don't Dream of Yesterday

CD 2: From Jolly LPJ5097 "Hour World" 1969
1.Toyland
2.Never My Love
3.Fool's Paradise
4.Picnic
5.Now You Can Be
6.Daddy's Song
7.Hello It's Me
8.Love Me Tonight
9.Someday Man
10.Touched
11.See!
12.Hey Hey Hey

WG Image 2 CD USD 41.00

Empfehlen

Links

-

Bemerkungen

Formato da Howard Newcomb (chitarra, voce), John Roy Tebb (organo, voce), Alan Taylor (basso, flauto, voce), Michael Bray e Rob O’Brien (batteria), Ian Bruce Good (chitarra, armonica) e Steve Wallace (basso), il gruppo inizia a suonare nei locali di Liverpool negli anni sessanta. Nel 1966 i The Casuals giungono in Italia dove, ottenuto un contratto con la CBS e poi con la Joker, etichetta della famosa casa discografica SAAR Records, pubblicano alcuni 45 giri in lingua italiana e nel 1968 l’album antologico “Hour World”.

Il loro più grande successo discografico è “Jesamine” del 1968: con questo singolo si affermano nelle classifiche europee; tra le altre incisioni italiane bisogna ricordare la canzone “Massachusetts”, cover dell'omonimo brano dei Bee Gees. Nel 1969 la SAAR Records e i The Casuals partecipano anche al 19° Festival di Sanremo con la canzone “Alla fine della strada”, eseguita in abbinamento con Junior Magli. Dopo lo scioglimento del gruppo, Alan Taylor formerà dapprima i Ping Pong, poi i Bulldog, i Barbados Climax e contribuirà nel 1978 come produttore per la SAAR al lancio di Vasco Rossi e come coautore della canzone “Albachiara”.

(Fonte: BTF)