The Jolly Joker Years 1965/1969 Saar Records
cover of article Stil: Beat, Pop
1.Flamenco
2.Es como un sueño
3.L'amore dei giovani
4.Come un sogno
5.L'ubriaco
6.Piccole cose
7.Non so perchè
8.Certe cose non dirmele
9.Giulietta
10.I Try to Find (Different English Version)
11.103 meglio di te
12.Hai torto tu
13.Mi piove in faccia
14.Oh, Mother!
15.Apolo
16.Non è
17.Cry
18.Parece gitana
19.I Try to Find
20.Un sorbito de champagne
21.Eres tu
22.Sola (Spanish Version)

WG Image CD USD 34.40

Empfehlen

Links

-

Bemerkungen

Uno dei migliori gruppi spagnoli degli anni sessanta è stato senza ombra di dubbio quello dei Los Brincos. Un beat alle volte primitivo e rozzo alternato a ballate molto belle somiglianti a quelle dei grandi gruppi internazionali vocali, a volte venivano chiamati i ‘Beatles Spagnoli’. Un sound riconoscibile al primo colpo, il loro suono può essere comparato in Italia a quello dei Ribelli del periodo 1965-1966. Perfetto l'alternarsi delle voci, elementare se vogliamo ma efficace il loro modo di suonare.

La formazione iniziale dei Los Brincos, dal 1964 al 1966, è così composta: Fernando Arbex, Manuel González, Juan e Junior Pardo. Nel 1967 Juan e Junior sono sostituiti da Vicente Ramírez e Miguel Morales. Juan e Junior formeranno un duo che avrà all’attivo sei singoli più alcune versioni straniere.

Per i Los Brincos ricordiamo molti successi da classifica; Nel 1964 incidono “Flamenco”, che diverrà il 5° disco più venduto del 1965, così come “Sola” e “Borracho” si classificheranno a pari merito al 6° posto annuale. Naturalmente tutti e tre i brani sono arrivati al primo posto in classifica. Nel 1966 “Mejor” si piazza al 7° posto tra i 45 giri più venduti e la canzone “Tu me dijiste adios” ottiene un grandissimo successo restando per 22 settimane in classifica. Grazie alla Jolly i Los Brincos hanno avuto molto successo in Italia, soprattutto per le versioni italiane incise dalla stessa etichetta appartenente alla storica SAAR Records.