...è per l'amore che si canta - Una vita da Gigante Arcana
cover of article Genre: Musica

Inhalt

In questo libro double-face, con la prefazione dell’illustre collega batterista Ellade Bandini e la postfazione di Red Ronnie, Enrico Maria Papes – sollecitato dai suoi biografi Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini – chiama a raccolta i suoi ricordi, professionali e personali, per raccontare una vicenda che, tra musica ed esperienze di vita vissuta, è esemplare dei tanti giovani che, negli anni Sessanta, furono protagonisti del boom economico e dei rivolgimenti culturali e sociali di quel periodo. Batterista e voce bassa del gruppo milanese I Giganti, insieme ai colleghi Sergio, Mino e Checco è protagonista del beat italiano. Il complesso, nel breve giro di un triennio, inanella successi come "Una ragazza in due", "Tema" e "Proposta", per chiudere la carriera discografica con un 33 giri intitolato "Terra in bocca" (sottotitolo: "Poesia di un delitto, 1971"), dedicato a una cruda storia di mafia, censurato ai tempi dalla Rai e poi premiato, quattro decenni più tardi, con il Premio Paolo Borsellino. Accanto alla parabola dei Giganti e alla passione per la musica, Papes racconta la porzione più intima della sua vicenda umana, che parte dalla Milano affaticata del secondo dopoguerra e si snoda nel tempo in luoghi diversi e diversi mestieri. Ne emerge il ritratto di un uomo e di un artista vivace, curioso e inquieto, pronto alla scoperta e disponibile a mettersi in discussione, senza mai abbandonare per strada i suoi valori: l’amore per i familiari e gli amici, il vegetarianismo, l’affettuoso legame con gli animali, il gusto per i viaggi...
WG Image Libro CHF 30.50

Links

-

Details/Bemerkungen

Pagine: 232