Succede

14.08.2018

di Francesca Mazzoleni

con Margherita Morchio, Matilde Passera, Matteo Oscar Giuggioli

Succede è l’intenso diario delle emozioni, delle sensazioni, dei sentimenti di Margherita (Meg) e dei suoi amici, quattro adolescenti che condividono tutto: da un’alba milanese a un rifugio sul tetto, le sneakers blu, la camicia di jeans, la musica nelle cuffie, la scuola e i primi baci. C'è questo e molto altro in Succede: una storia di amore e amicizia in quel particolare momento della vita che è l’adolescenza, quando ogni evento è di estrema importanza, ogni emozione è assoluta, dove il passato e il futuro non hanno posto, solo il presente esiste ed ha importanza.

>> Trailer

Io c'è

14.08.2018

di Alessandro Aronadio

con Edoardo Leo, Margherita Buy, Giuseppe Battiston, Giulia Michelini, Massimiliano Bruno

Massimo è il proprietario del 'Miracolo Italiano', un bed and breakfast ormai ridotto a una fatiscente palazzina. Pochi clienti e troppe tasse. All'improvviso ha un'illuminazione: per sopravvivere deve trasformare il 'Miracolo Italiano' in luogo di culto, dove ospitare i turisti in cambio di una donazione. Esentasse. E per farlo, deve fondare una sua religione, coinvolgendo la sorella Adriana e l'ideologo Marco. Qui nasco lo 'Ionismo', la prima religione nata per assolvere da tasse e contributi. Preparatevi a convertirvi!

>> Trailer

Questo nostro amore 80

14.08.2018

di Isabella Leoni

con Neri Marcorè, Anna Valle, Aurora Ruffino, Nicola Rignanese, Manuela Ventura

Era il Natale del 1970. Li avevamo salutati proprio in quell’occasione, durante i festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno. E ora che il ‘71 è cominciato ritroviamo i Costa–Ferraris e gli Strano alle prese con i soliti mille impegni tra lavoro, famiglia e scuola. Ma quelle prime settimane frenetiche sono solo il preludio dei grandi cambiamenti, tra nuovi arrivi, partenze e soprattutto improvvisi ritorni, che giungeranno di lì a poco e catapulteranno i protagonisti direttamente nei mitici anni ‘80. Chiusa l’epoca delle grandi passioni civili e dei forti contrasti ideologici, con gli anni ‘80 la parola d’ordine sembra quella di pensare a se stessi e divertirsi. Il mondo è cambiato, è cambiata la gente, il lavoro, il paesaggio, la musica, il modo di vestirsi e sono cambiati anche loro, i nostri protagonisti. I più giovani sono cresciuti, i ragazzi e le ragazze sono diventati donne e uomini, quelli che erano già adulti lo sono di più e c’è chi ha iniziato semplicemente a invecchiare.

Dietro ogni voce c'è un personaggio - 1967-1977. La Nuova Compagnia di Canto Popolare e il decennio di Roberto De Simone

03.08.2018

di Antia Pesce

I primi dieci anni di attività della Nuova Compagnia di Canto Popolare sono determinanti per la costruzione dell’identità di questa che è ormai un’istituzione della cultura italiana del Novecento, e oltre. Il decennio che va dalla fondazione – 1967 – al debutto di Gatta Cenerentola al Festival dei Due Mondi di Spoleto –1976 – è segnato dalla presenza e dal progetto artistico di Roberto De Simone. Ed è proprio su questa fase del gruppo che si concentra lo studio di Anita Pesce, volto a evidenziare come e quanto le scelte di De Simone siano state innovative, se non addirittura rivoluzionarie. Nella riscoperta delle musiche folkloriche avvenuta in Italia nella seconda metà degli anni Sessanta, Roberto De Simone, anziché adagiarsi sul ricalco degli originali, scelse un’altra via, indirizzandosi verso la rielaborazione stilistica dei materiali, attualizzati grazie agli interpreti (voci/personaggi) che componevano il gruppo musicale e che con lui sperimentarono e riproposero i repertori popolari campani. Nell’incessante confronto tra letteratura e oralità, De Simone impresse una spinta decisiva e moderna all’evoluzione della cultura musicale partenopea, creando uno stretto rapporto tra la NCCP e il teatro d’avanguardia napoletano; in questo senso, fu determinante l’influenza che il giovane De Simone trasse dall’incontro con Dario Fo e poi con Julian Beck del Living Theatre. Fra musica e teatro, fra storia e politica, fra cultura bassa e cultura alta, questo libro è una suggestiva e puntuale indagine sulla formazione di Roberto De Simone e sugli eventi che confluiranno a delineare le caratteristiche di uno dei più interessanti, originali e imitati fenomeni musicali italiani della seconda metà del XX secolo.

Contessa

03.08.2018

di Paolo Pietrangeli

Due vecchi amici si ritrovano a palare del ’68. Gli anni della loro giovinezza e dell’illusione che il mondo potesse essere cambiato. Gli anni in cui “Siate realisti, chiedete l’impossibile” si andò a scontrare con la violenta resistenza della conservazione reazionaria. In questo loro viaggio nella memoria immaginano un confronto intergenerazionale dove la loro fiducia incrollabile sulla possibilità di emancipazione progressiva si scontra con il profondo senso di sconforto delle giovani generazioni.

Siamo tutti figli di Battisti

03.08.2018

di Tony Cicco

Con l’aiuto della millenial e aspirante scrittrice Federica, Tony Cicco ripercorre la sua carriera artistica e umana. Dai matrimoni, le feste, i night, le sagre popolari di quando era poco più che un ragazzo; alla nascita del suo gruppo “Formula 3” e la lunga collaborazione artistica con Lucio Battisti. I suoi successi da solista; le sue numerose collaborazioni con cantanti e musicisti. Dagli anni Cinquanta ai nostri giorni un viaggio nelle mode, nei gusti e nei mutamenti del popolo della canzone.

Raropiù 59 - Mensile di cultura musicale, collezionismo e cinema

03.08.2018

Raropiù N° 59 - Prima immissione: 10 luglio 2018 - Mensile di cultura musicale, collezionismo e cinema

VASCO ROSSI - Discografia 1977-’87
JETRO TULL - Discografia UK
FRANCO SIMONE - Intervista
RICCARDO DEL TURCO - Discografia ’68
JULA PALMA - Jula al Sistina
BOOMDABASH - Intervista
COME ERAVAMO… - Luglio-Agosto
LE CANZONI DEL CUORE - Ciao, ciao
SUCCESSI MANCATI PER ALCUNI, PER ALTRI - Storia della Musica Pop
NANNEO…IL RITORNO DI MIMÌ - Concerto
RARE TRACCE - Ligabue & Orazero
ARTE IN COPERTINA - Emerson, Lake & PalmerAMERICANA * Rock, Folk, Country & Blues
MUSICA & CENSURA - 7° puntata
SOUNDTRACK - La Ragazza Con La Pistola
ASTE ONLINE - Giugno 2018
INSERTO HIT STORY 23

Fabrizio De Andrè - Rimini - 1978-2018

28.07.2018

In occasione del quarantennale dall’uscita dell'LP Rimini di Fabrizio De André, Interno4 Edizioni pubblica un'edizione speciale del disco in CD, accompagnato da un libro di ottanta pagine con illustrazioni tutte a colori e i contributi scritti tra gli altri da: Cesare Monti, Enrico de Angelis, Michele Serra, Stefano Pivato e il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi.

Tiratura limitata 1000 copie

La mafia uccide solo d'estate - La serie - Stagione 2

28.07.2018

di Luca Ribuoli

con Claudio Gioè, Anna Foglietta, Francesco Scianna, Valentina D'Agostino, Nino Frassica

Li avevamo lasciati in fuga. La testimonianza resa da Lorenzo sull’omicidio di Boris Giuliano aveva spinto Salvatore e la sua famiglia ad abbandonare di corsa la Sicilia. Un attimo prima che il traghetto salpasse diretto “in continente”, però, lontano dalla minaccia di una vendetta mafiosa, Salvatore era tornato a terra, aveva capito che scappare non sarebbe servito a niente, avrebbe solo significato darla vinta a chi voleva fare della sua città e della sua isola una distesa di morti e cemento. La seconda stagione comincia proprio da questo momento cruciale, dalla non fuga dei Giammarresi che tornano a casa, compiendo uno di quegli atti che in Sicilia possono assumere un sapore eroico ed esemplare: vivere una vita normale. Una scelta difficile, cui diventa ogni giorno sempre più complicato tenere fede.

Contromano

25.07.2018

di Antonio Albanese

con Antonio Albanese, Aude Legastelois, Alex Fondja

Mario Cavallaro si sveglia tutte le mattine nello stesso modo, nella stessa casa, nello stesso quartiere, nella stessa città, Milano. Ha appena compiuto cinquant'anni. Mario ama l'ordine, la precisione, la puntualità, il rispetto, il decoro, la voce bassa, lo stare ognuno al proprio posto. La sua vita si divide tra il suo negozio di calze ereditato dal padre e un orto, unica passione conosciuta, messo in piedi sul terrazzo della sua abitazione. Ogni cambiamento gli fa paura, figuriamoci se il suo vecchio bar viene venduto ad un egiziano e se davanti alla sua bottega arriva Oba, baldo senegalese venditore di calzini. Quel che è troppo è troppo e per Mario la soluzione è semplice e folle allo stesso tempo: 'rimettere le cose a posto'. Così decide di rapire Oba per riportarlo semplicemente a casa sua, Milano-Senegal solo andata. In fondo, pensa, se tutti lo facessero il problema immigrazione sarebbe risolto, basta impostare il navigatore. Ma poi questo paradossale on the road si complicherà terribilmente. Anche perché Oba acconsentirà alla sua 'deportazione' a patto che Mario riaccompagni a casa anche la sorella, Dalida. Saranno guai seri o l'inizio di una nuova imprevista armonia?

>> Trailer

Vinili - Nuove uscite e ristampe

25.07.2018

Ecco una vasta scelta delle nuove uscite e ristampe in vinile degli artisti italiani. Molti dischi sono stati stampati in edizione limitata.

Gianni Maroccolo - A.C.A.U. La nostra meraviglia

25.07.2018

Riedizione 2018 (Vinyl Replica 2 CD) / Edizione limitata di 1000 copie numerate a mano

Dopo oltre dodici anni torna finalmente disponibile in CD l’album “A.C.A.U. La nostra meraviglia”, in una splendida edizione deluxe che replica la stampa in vinile di due anni fa contenente due bonus track live interpretate da Giovanni Lindo Ferretti. “A.C.A.U. La nostra meraviglia” è un progetto, una cornice che ha preso forma attorno a un disegno di Gianni Maroccolo a cui hanno contribuito molti grandi artisti della musica italiana: da Franco Battiato a Francesco Renga, da Lorenzo Jovanotti a Cristina Donà, Carmen Consoli, Piero Pelù, Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Giorgio Canali, Manuel Agnelli, Giovanni Lindo Ferretti, Ginevra De Marco, Federico Fiumani, Raiz, Fiamma e Andrea Chimenti.

>> Facebook

Edoardo Bennato - Live Anthology

25.07.2018

Doppio album dal vivo di Edoardo Bennato, realizzato da Cheyenne Records e registrato nel corso del tour 2017. Un tour effettuato attraverso i maggiori teatri della penisola che ha raccolto grande entusiasmo di pubblico. Contiene l'inedito "Mastro Geppetto".

>> Facebook

Diego Moreno - Canzoni di Buongusto Vol.1

25.07.2018

In questo progetto Moreno ripropone bellissime melodie mai dimenticate dal pubblico, allo stesso modo di come le aveva ascoltate da Fred Bongusto: una voce ed una chitarra. In più, però, ci saranno una serie di ospiti eccellenti, come Peppino di Capri, Fabio Concato, Paolo Fresu, Natalio Mangalavite e Tony Esposito, che coloreranno con piccole e grandi “pennellate musicali” questo repertorio così bello e rappresentativo di una musica italiana leggera sì, ma non troppo.

>> Facebook

Il cacciatore - Stagione 1

14.07.2018

di Stefano Lodovichi, Davide Marengo

con Francesco Montanari, Miriam Dalmazio, David Coco, Roberta Caronia, Paolo Briguglia, Edoardo Pesce

Il cacciatore è la storia di un giovane PM che nei primi anni Novanta, subito dopo la strage di Capaci e di via d’Amelio, dà la “caccia” ai mafiosi, a quei boss sanguinari di cui si racconta anche il privato: Leoluca Bagarella, Don Luchino, capo supremo della mafia palermitana, che nonostante l’enorme potere vive il dolore di non riuscire a concepire un figlio; Giovanni Brusca, che mal sopporta la sua eterna condizione di latitante e che sogna di scalzare Bagarella dal trono di capo dei capi e Tony Calvaruso, giovane autista di Bagarella che si illude di poter vivere e arricchirsi, senza doversi sporcare le mani e la coscienza. Una serie che non è solo la storia di un cacciatore, ma è anche la storia delle sue prede.

I delitti del BarLume - Stagione 5

14.07.2018

di Roan Johnson

con Filippo Timi, Stefano Fresi, Alessandro Benvenuti, Atos Davini, Massimo Paganelli

UN DUE TRE STELLA!
A Pineta la stagione balneare è appena iniziata quando il Viviani scompare nel nulla. È in pericolo? Si è allontanato volontariamente? Oppure l'hanno rapito gli alieni, come si convincono Gino e Pilade? Mentre cerca di venire a capo dell'omicidio di un vecchio marinaio, la Fusco dovrà trovare la risposta a queste domande, intuendo a poco a poco che i due misteri sono profondamente legati l’uno all’altro e che l'anello di congiunzione è Beppe Battaglia, il buffo e strampalato fratello segreto del Viviani.

LA BATTAGLIA NAVALE
A largo di una baia di Pineta viene ritrovato il cadavere di Olga, una giovane ucraina col volto sfigurato. Mentre la Fusco dà il via alle indagini servendosi di Beppe come sconclusionato aiutante, arriva in paese il marito di Olga, un criminale ucraino che l'ha maltrattata per anni tanto da costringerla a nascondersi nella taverna del suo amante e fingersi morta... aspettate un momento: e allora chi è la donna ritrovata nella baia?

La ragazza con la Leica

13.07.2018

di Helena Janeczek

Romanzo vincitore del Premio Strega 2018

«Così era finita Gerda Taro, per non aver voluto abbandonare il fronte quando non c’era più nessuna speranza, ed era rimasta ferita a morte come tanti altri, in una strada polverosa; lasciò nelle sue foto testimonianza dell’enorme delitto che era stata la guerra.

Aveva dedicato la sua splendida vita a un degno compito, a una giusta causa persa.»

Questo libro racconta la vita di questa ragazza ribelle, l'amore con Robert Capa, l'avventura di fotografare e la gioia di vivere nella Parigi degli anni Trenta.

Casi umani - Uomini che servivano a dimenticare, ma che hanno peggiorato le cose

13.07.2018

di Selvaggia Lucarelli

Cosa succede quando finisce un amore? La delusione, la tristezza, il dolore, certo. Ma poi, dopo i primi giorni, anche l’inesorabile scivolare verso una serie di incontri surreali e di relazioni-lampo con personaggi a cui, a distanza di anni, non si concederebbe neppure il tempo di un caffè ma che, per irripetibili congiunzioni astrali, si sono trovati a rivestire il ruolo di traghettatori. Con effetti tragicomici. Personaggi che “potrebbero sembrare frutto di fantasia, di un mojito di troppo o di una sfiga siderale e che invece, ahimè, sono comuni e realmente esistiti”. Da Mister Foglio Excel, di una taccagneria mitologica, a Mister Ho una cosa per te, cleptomane compulsivo, fino al vincitore assoluto, Mister Il piacere è soggettivo, voyeurista seriale. Una galleria di uomini che, prima ancora di poter essere definiti ex, sono evidenti, cristallini Casi Umani. E che Selvaggia Lucarelli racconta con maestria unica, con spietata (auto)ironia, con il sollievo e la benevolenza della sopravvissuta.

A bocce ferme

13.07.2018

di Marco Malvaldi

Marco Malvaldi, con la serie del BarLume, ha rinnovato un genere, il giallo comico di costume. E, in A bocce ferme, la parte del giallo puro si prende una sua rivincita senza sacrificio per la risata. Una formula felice di leggerezza intelligente e intricato delitto, un sottile pennello che dipinge l’acquerello di un’Italia esclusa dalla ribalta mediatica, e che del Paese vero, anche quello più attuale, fa capire molte cose.

Il purgatorio dell'angelo - Confessioni per il commissario Ricciardi

13.07.2018

di Maurizio De Giovanni

È maggio, e la città si risveglia per avviarsi verso la stagione più bella. Eppure il male non si concede pause. Su una lingua di tufo che si allunga nel mare di Posillipo viene trovato il cadavere di un anziano prete. Qualcuno lo ha barbaramente ucciso. È inspiegabile, perché padre Angelo, la vittima, era amato da tutti. Un santo, dicono. Un fine teologo, un uomo che nella vita ha donato conforto a tante persone. Un confessore. È maggio, e anche se il sole e la luna sono un incanto, Ricciardi è più inquieto che mai. Lui ed Enrica hanno cominciato a incontrarsi, ma il commissario non può continuare a nasconderle la propria natura, il segreto che a lungo lo ha tenuto lontano da lei.

È maggio, e i rapinatori sembrano diventati così abili che il brigadiere Maione rischia di perdere la testa nel tentativo di catturarli. Forse perché sente profonda la mancanza di Luca, il figlio morto, e vorrebbe spiegarlo alla moglie. Ma non è bravo con le parole.

È maggio, è tempo di confessioni.

Sbirre

13.07.2018

di Massimo Carlotto, Giancarlo De Cataldo, Maurizio De Giovanni

Dall’estremo Nordest di una frontiera selvaggia fino alla Napoli anonima di sobborghi e quartieri residenziali, passando per una Roma in cui davvero aprile è il più crudele dei mesi e la primavera ha smesso di riscaldare i cuori, Massimo Carlotto, Giancarlo De Cataldo e Maurizio de Giovanni raccontano l’Italia al tempo dell’illegalità globalizzata, delle fake news, del condizionamento di massa. Svelano le ossessioni, le paure e la privata ferocia di coloro che dovrebbero difendere l’ordine pubblico. Inaugurano una new wave della letteratura nera, in cui la donna non ha più nulla di fatale, ha rinunciato alle pose marziali della giustiziera e, lontana dall’eroismo inquirente, restituisce la cupezza di una realtà quanto mai controversa.

Il patto dell'abate nero - Secretum saga

13.07.2018

di Marcello Simoni

13 marzo 1460, porto di Alghero. Un mercante ebreo incontra in gran segreto l’agente di un uomo d’affari fiorentino, Teofilo Capponi. Vuole vendergli un’informazione preziosissima: l’esatta ubicazione del leggendario tesoro di Gilarus d’Orcania, un saraceno scomparso ai tempi di Carlo Magno. Venuta per caso a conoscenza della trattativa, Bianca de’ Brancacci, moglie di Capponi, si convince che quel tesoro ha a che fare con la morte di suo padre. Elabora così un piano preciso, ma per realizzarlo ha bisogno dell’aiuto di Tigrinus, il noto ladro fiorentino legato a Cosimo de’ Medici. Tigrinus dovrà partire alla volta di Alghero, spacciarsi per Teofilo Capponi, e poi mettersi sulle tracce dell’oro di Gilarus. A Firenze, Bianca cercherà di mantenere il segreto sulla missione affidata al ladro. Ma, mentre Tigrinus è lontano, qualcuno ha finalmente modo di mettere le mani sul tesoro più grande che il furfante nasconde: la Tavola di Smeraldo...

Colapesce - Maledetto italiano

13.07.2018

di Pierluigi Lucadei

Nel panorama attuale, Colapesce è una mosca bianca. Come un artigiano, cura i suoi dischi con la massima attenzione, scrive testi poetici e rigorosi, rifugge da facili ritornelli e imbastisce arrangiamenti che lo portano lontano dalle soluzioni troppo spesso trite del cantautorato italiano. Se è un cantautore, lo è alla maniera dei più grandi. È stato paragonato non a caso a Lucio Dalla e Franco Battiato. Attratto tanto dalla sperimentazione quanto dalla tradizione, ama mescolare sacro e profano, ritmo e melodia, suggestioni cinematografiche e letterarie, Sicilia e America, indie pop e folk anni Settanta. Racconta l’amore con una lingua nuova, stendendo un doppio velo di dolcezza su una grammatica dei corpi che sa essere trepidante ma anche esplicita. Ha una straordinaria capacità di lettura del presente e riesce come pochi a descrivere la precarietà materiale e affettiva dei nostri tempi. In ogni canzone dà l’impressione di impegnarsi strenuamente nella difesa di una purezza e di un’onestà sempre più rare nel territorio scivoloso dell’industria musicale del nuovo millennio.

I Cani - I dischi, i bagni nel mare, l'umanità

13.07.2018

di Natan Salvemini

Quando si parla de "I Cani" la tentazione è sempre quella di usare il plurale, ma sarebbe più giusto parlare di one man band. La mente dietro il progetto è Niccolò Contessa, classe 1986, nato a Spoleto, romano d'adozione, laurea in matematica e già leader del gruppo elettronico Tavrvs. Per Niccolò i cani sono gli attori che non sanno recitare, ma anche i migliori amici dell'uomo; ci sono i cani randagi e da salotto, fino a quelli da combattimento. È il nome giusto per parlare di molte cose, anche diverse tra loro. Da un volto sfocato o nascosto all'apprezzamento di Roberto Saviano che definì le canzoni de "I Cani" "tra i migliori racconti sul nostro paese", da una cameretta solitaria ai grandi palchi, dal cantautorato come passione un po' nerd all'esperienza come produttore per Calcutta e Coez, sino alla candidatura ai David di Donatello: tra l'amore-odio per la visibilità e un'innata timidezza, un sorprendente album d'esordio e la voglia di "Sparire", la storia dell'"ennesimo gruppo pop romano" tra biografia e racconto.