I Medici - Stagione 1

30.03.2017

di Sergio Mimica-Gezzan

con Richard Madden, Stuart Martin, Annabel Scholey, Guido Caprino, Alessandro Sperduti

Firenze 1429. Giovanni de’ Medici, grazie all’accordo stretto con il Papato, ha trasformato la banca di famiglia in una potenza economica straordinaria. Ma i suoi figli, Cosimo e Lorenzo, si trovano ad affrontare molti nemici che non vedono l’ora di scalzare i Medici dal potere, come Rinaldo Albizzi, leader del partito dei nobili, e il banchiere rivale Pazzi che si oppongono all’ascesa della classe media e alla visione di Cosimo che sostiene grandi artisti come Donatello e Brunelleschi. Ma anche all’interno della famiglia non è facile mantenere la pace, tra i fratelli scoppiano le divergenze e il peso dei compromessi pesano sul cuore e sull’anima di Cosimo che dovrà decidere cosa è disposto a fare per salvare la sua visione di Firenze... una visione chiamata Rinascimento!

>> Facebook

Fai bei sogni

30.03.2017

di Marco Bellocchio

con Valerio Mastandrea, Bérénice Bejo

'Fai bei sogni' è una storia sulla ricerca della verità e allo stesso tempo sulla paura di scoprirla.

La mattina del 31 dicembre 1969, Massimo, nove anni appena, trova suo padre nel corridoio sorretto da due uomini: sua madre è morta.

Massimo cresce e diventa un giornalista. Dopo il rientro dalla Guerra in Bosnia, dove era stato inviato dal suo giornale, incontra Elisa.

La vicinanza di Elisa aiuterà Massimo ad affrontare la verità sulla sua infanzia ed il suo passato.

>> Trailer

>> Facebook

Il sogno di Francesco

30.03.2017

di Renaud Fely, Arnaud Louvet

con Elio Germano, Jeremie Renier, Alba Rohrwacher

Assisi, 1209. Francesco ha appena subito il rifiuto del Papa di approvare la prima versione della Regola, che metterebbe i fratelli al riparo dalle minacce che gravano su di essi. Intorno a lui, tra i compagni della prima ora, l'amico fraterno Elia da Cortona cerca di convincere Francesco della necessità di redigere una nuova Regola. Ma che cosa resterebbe del sogno di Francesco? La loro amicizia riuscirà a resistere al confronto tra gli ideali e i compromessi necessari?

"Emozionante" (Il Messaggero)

"Germano e Renier incantano" (Il Fatto Quotidiano)

"Germano è un Francesco poetico e sognatore" (La Stampa)

>> Trailer

La ragazza del mondo

30.03.2017

di Marco Danieli

con Sara Serraiocco, Michele Riondino

Ivo e Clara vivono a Bari. Ivo è agronomo, ed ha appena accettato un’offerta di lavoro in Romania. Clara esce da una difficile storia d’amore. S’incontrano per caso nell’appartamento dell'eccentrica Signora Nitti: lui è affittuario uscente, lei la nuova inquilina. E si riconoscono all’istante, entrambi sospesi tra una vita che finisce e una nuova che comincia. Poi Ivo parte per la Romania, e Clara resta a Bari. Quando perde il suo lavoro in un cantiere navale, Clara decide di raggiungerlo. Insieme condividono lo spaesamento in una terra straniera e l’incertezza del futuro, così come la sensazione di un amore che sta nascendo. L’esilio dalla loro terra è l’unico modo per essere felici?

"Sara Serraiocco...è una di quelle ragazze misteriose che, davanti alla macchina da presa, diventano irresistibili incantatrici." (La Stampa)

>> Trailer

>> Facebook

Banat - Il viaggio

30.03.2017

di Adriano Valerio

con Edoardo Gabbriellini, Elena Radonicich, Piera Degli Esposti

Ivo e Clara vivono a Bari. Ivo è agronomo, ed ha appena accettato un’offerta di lavoro in Romania. Clara esce da una difficile storia d’amore. S’incontrano per caso nell’appartamento dell'eccentrica Signora Nitti: lui è affittuario uscente, lei la nuova inquilina. E si riconoscono all’istante, entrambi sospesi tra una vita che finisce e una nuova che comincia. Poi Ivo parte per la Romania, e Clara resta a Bari. Quando perde il suo lavoro in un cantiere navale, Clara decide di raggiungerlo. Insieme condividono lo spaesamento in una terra straniera e l’incertezza del futuro, così come la sensazione di un amore che sta nascendo. L’esilio dalla loro terra è l’unico modo per essere felici?

Qualcosa di nuovo

30.03.2017

di Cristina Comencini

con Paola Cortellesi, Micaela Ramazzotti, Eduardo Valdarnini

Lucia e Maria si conoscono da sempre. Due amiche che più diverse non si può. Lucia ha chiuso col genere maschile, Maria invece non riesce proprio a farne a meno. Una sera nel suo letto capita (finalmente!) l'Uomo perfetto. Bello, sensibile, appassionato, maturo. Il mattino però porta con sé incredibili sorprese e tra equivoci, grandi bugie e piccoli abbandoni Lucia e Maria si prenderanno una bella vacanza da sé stesse. Forse quel ragazzo incontrato per caso è davvero l'Uomo che tutte cercano perché con le sue semplici teorie riesce a fare la vera radiografia delle loro vite, a buttare all'aria abitudini e falsi miti e a rivoluzionare ogni desiderio e ogni certezza.

>> Trailer

>> Facebook

Non c'è più religione

30.03.2017

di Luca Miniero

con Claudio Bisio, Alessandro Gassman, Angela Finocchiaro

Una piccola isola del Mediterraneo e un presepe vivente da realizzare come ogni anno per celebrare il Natale. Purtroppo quest'anno il Gesù bambino titolare è cresciuto: ha barba e brufoli da adolescente e nella culla non ci sta proprio.

A Porto Buio, però, non nascono più bambini da un pezzo, ma bisogna trovarne un altro a tutti i costi. Il sindaco Cecco, fresco di nomina, vorrebbe chiederne uno in prestito ai tunisini che vivono sull'isola: peccato che fra le due comunità non corra buon sangue. Ad aiutarlo nell'impresa due amici di vecchia data: Bilal, al secolo Marietto, italiano convertito all'Islam e guida dei tunisini, e Suor Marta, che non ne vuole sapere di "profanare" la culla di Gesù. I tre si ritroveranno uno contro l'altro, usando la scusa della religione per saldare i conti con il proprio passato...

>> Trailer

>> Facebook

Gianni Maroccolo - Nulla è andato perso

29.03.2017

Doppio CD dal vivo che racconta i concerti dell’omonimo tour intrapreso da Gianni Maroccolo nell’arco dei primi sei mesi del 2016 accompagnato da Andrea Chimenti, Antonio Aiazzi, Beppe Brotto e Simone Filippi.

Marok ha festeggiato i suoi trent’anni di musica attraversando l’Italia e portando davanti al pubblico ventitré repliche di un concerto non facile e senza compromessi. Molti artisti avrebbero inventato uno spettacolo autocelebrativo, ma non Gianni: il concerto è un racconto d’incontri in cui la musica, pur predominante e possente, è diventata il collante di percorsi artistici e di vita magicamente interconnessi. Il tour è stato completamente autogestito e autoprodotto da Gianni Maroccolo ed Enzo Onorato, eliminando la parte manageriale. Una tradizione, in un certo senso, che si rifà alla storia del Consorzio Produttori Indipendenti che tutti ricordiamo come entità multiforme e autonoma.

>> Facebook

Fra la Via Aurelia & il West - Dedicato a Francesco Guccini

29.03.2017

28 artisti cantano Guccini. Il doppio CD raccoglie, tra le altre, le interpretazioni di Roberto Vecchioni, Carmen Consoli, Bobo Rondelli e Cristina Donà. Si tratta di live registrati durante il Premio Tenco 2015.

Gianmaria Testa - En Studio / Live & Altro

29.03.2017

Due cofanetti contenenti l'Opera omnia di Gianmaria Testa. "En studio" contiene i 7 dischi realizzati in studio (Montgolfières, Extra-Muros, Lampo, Altre latitudini, Il valzer di un giorno, Da questa parte del mare e Vitamia); "Live & Altro" contiene 4 CD dal vivo (F. - à Léo, Solo - dal Vivo e il doppio CD Men at Work). Entrambi i cofanetti sono accompagnati da un libretto con tutti i testi delle canzoni (tradotti anche in inglese, francese e tedesco).

>> Facebook

Todo Modo - Prega per me

29.03.2017

I Todo Modo sono nati due anni fa dalla collaborazione tra Giorgio Prette, ex batterista degli Afterhours, il cantautore Paolo Saporiti e Xabier Iriondo, chitarrista e polistrumentista degli Afterhours. ‘Prega per Me’, secondo album dei Todo Modo, è un personale lavoro di cantautorato italiano e noise rock. Testi che si svelano lentamente tra melodie cucite su pattern di batteria e stilettate di chitarra. I dodici capitoli di ‘Prega per Me’ sono fotografie del nostre paese, storie indipendenti, figlie di uno stesso sentire. (Fonte: Goodfellas)

>> Facebook

>> Video "Clandestino"

Marta Collica - Inverno

29.03.2017

A ben otto anni da “About Anything”, il precedente disco solista, e a tre da “Echoes On”, l’ultima, apprezzatissima, uscita dei Sepiatone (progetto a quattro mani con Hugo Race), torna a farsi sentire Marta Collica, cantautrice e musicista catanese da tempo residente a Berlino. Marta canta (alternando italiano e inglese) e suona (tastiere, chitarre, percussioni) con la grazia disinvolta che contraddistingue le sue produzioni, supportata da una serie di musicisti abilissimi nell’entrare in punta di piedi nel suo universo personale e nell’aggiungervi sfumature, colori e punti di vista, contribuendo con slide, tremoli, drumming, archi, lamiere, fiati e voci al sound languido e ipnotico del lavoro. Tra i tanti collaboratori, menzione speciale per il già citato Cam Butler e per Déko, presenti in tutte le tracce, e da segnalare gli amici di lunga data Catherine Graindorge, Giovanni Ferrario, Giorgia Poli, Davide Mahony, Hugo Race. (Fonte: Audioglobe)

>> Facebook

>> Streaming

>> Video "Will We Know More"

Maldestro - I muri di Berlino

29.03.2017

"I muri di Berlino" è il nuovo disco di Maldestro, uno dei cantautori più interessanti e sensibili che ci siano oggi in Italia, ed è un viaggio nelle sfumature dei sentimenti umani. Dalle convivenze ai treni sbagliati, dalle paure alle speranze profonde. Poter sperare di intravedere un futuro migliore attraverso piccole crepe, che per rabbia o per amore, riusciamo a creare e a disegnare sui muri che costruiamo dentro di noi.

Maldestro ha partecipato allo scorso Festival di Sanremo, dove ha presentato nella categoria Nuove Proposte il brano “Canzone per Federica”, vincendo il Premio della Critica ‘Mia Martni’ e ricevendo il maggior numero di riconoscimenti come il Premio Lunezia, il Premio Enzo Jannacci, il Premio Assomusica e il premio conferito dalla Regione Basilicata per il Miglior Videoclip.

Il disco contiene anche il brano “Abbi cura di te” presente nella colonna sonora del nuovo film di Massimiliano Bruno “Beata ignoranza”, con Alessandro Gassman e Marco Giallini, uscito nelle sale cinematografiche lo scorso 23 febbraio.

>> Facebook

>> Video "Abbi cura di te"

Lucio Corsi - Bestiario musicale (Vinile)

29.03.2017

Lucio Corsi è un cantautore maremmano di 22 anni, di Val Di Campo di Vetulonia, provincia di Grosseto. Nelle sue canzoni (il suo esordio è di un paio di anni fa circa) per Picicca Dischi, Lucio ha spesso raccontato la Maremma e i suoi abitanti, intesi come gli animali che la popolano. Oggi ha deciso di scrivere un vero e proprio "Bestiario musicale", prendendo spunto dai tradizionali Bestiari Illustrati di cui tutti abbiamo memoria. Ha scelto quindi 8 animali tipici della zona, annotandosi anche la mitologia che si portano dietro, e ha scritto una canzone per ognuno di loro. E' come fosse un Pet Sounds scritto da Rodari, ma ambientato in maremma. Sono canzoni notturne perché gli animali selvatici escono prevalentemente la notte, e sono canzoni in forma quasi del tutto acustica perché nella macchia non si trovano molte prese di corrente per gli amplificatori.

>> Facebook

>> Streaming

Paolo Jannacci - Hard Playing

29.03.2017

Paolo Jannacci, a quattro anni di distanza dal suo precedente lavoro, torna con il nuovo album "Hard Playing". Un album di nuovi brani jazz originali (+ 2 cover) di grande raffinatezza e spessore artistico, composto e suonato da un quartetto voluto da Paolo Jannacci, qui anche produttore.

"Hard Playing" è un album intenso, dedicato al jazz più contemporaneo, a volte sperimentale, a volte legato alla pura espressione della soggettività, in cui spicca sempre la visione di insieme dei quattro eccellenti musicisti che lo hanno composto e suonato.

Il digipack contiene un bonus DVD dello spettacolo permanente "In concerto con Enzo" dedicato al padre ed alle sue canzoni.

Antonio Manzini - La giostra dei criceti

25.03.2017

Quattro malavitosi della più squallida periferia romana fanno una rapina che finisce nei disegni complessi della criminalità che conta. Parallelamente un’organizzazione di altissimi funzionari dello Stato ordisce un folle piano «Anno Zero» per eliminare il problema delle pensioni. Sono i due ingranaggi, irrazionali quanto brutali nella loro efficienza, che muovono la giostra dei poveri idioti di vari livelli – dal piccolo criminale al boss camorrista, dall’inquietante generale all’alto burocrate, dall’impiegato dell’Inps che si sente un giustiziere alla fantastica ragazza innamorata –, tutti in lotta contro il loro destino insensato.

Tragico e comico, noir che si scioglie in limpida e commovente poesia, thriller che offre lo spaccato di una società senza cuore, questo è il secondo dei molti romanzi pubblicati da Antonio Manzini. Con La giostra dei criceti siamo all’origine del suo avvincente modo di intrecciare storie; della sua prosa priva di ornamenti ma sorprendentemente musicale; soprattutto di quel pessimismo senza illusioni e di profondo amore che caratterizza il Rocco Schiavone dei romanzi successivi.

Mauro Corona / Luigi Maieron - Quasi niente

25.03.2017

"Quasi niente" ha il sapore antico delle storie narrate un tempo davanti al focolare. Storie che intrattenevano liberando sapienze semplici ed essenziali, di cui oggi si sente la mancanza. In quest’epoca frenetica dominata dai miti del successo, della vittoria a ogni costo e dell’arricchimento, Corona e Maieron portano un contributo diverso e spiazzante. Parlano di sconfitta, fragilità, desiderio, pace interiore, lealtà, radici, silenzio, senso del limite, amore, rievocando personaggi leggendari come Anna, Silvio, Menin, Tituta, Tacus, Orlandin, Cecilia, Tin, il trio Pakai e molti altri. Uomini e donne che non hanno trovato spazio nei libri di storia ma hanno saputo lasciare un messaggio illuminante, che può trasformare le nostre vite. “Filosofastri” le cui minute sapienze tramandano la memoria di chi vive nelle piccole valli, dove non nevica firmato e ci si può chiamare da una costa all’altra. Questo libro ha un precedente nella voce. Nasce dall’incontro tra due grandi amici che, in una conversazione appassionata e godibilissima, alternano delicatamente storie, aneddoti, riflessioni e citazioni regalandoci un piccolo e prezioso gioiello. Una filosofia minima e pratica che al linguaggio gridato preferisce l’arte di sussurrare, in cui l’etica del fare ha sempre la meglio sull’estetica dell’apparire. Una filosofia che proviene da un passato rievocato senza nostalgie. Un tempo in cui i valori erano vissuti concretamente non per moralismo ma perché aiutavano a stare meglio. Quasi niente è l’ultima traccia di un mondo ben diverso da quello in cui viviamo oggi. Un mondo duro, feroce, ma che ha ancora molto da insegnarci.

Andrea Vitali - A cantare fu il cane

23.03.2017

"A cantare fu il cane" ci offre una delle storie più riuscite di Andrea Vitali. I misteri e le tresche di paese, gli affanni dei carabinieri e le voci che si diffondono incontrollate e senza posa, come le onde del lago, inebriate e golose di ogni curiosità, come quella della principessa eritrea Omosupe, illusionista ed escapologa, principale attrazione del circo Astra per le sue performance, ma soprattutto per il suo ombelico scandalosamente messo in mostra. E per la quale, così si dice, ha perso la testa un giovanotto scomparso da casa...

Francesca Cavallo / Elena Favilli - Storie della buonanotte per bambine ribelli

23.03.2017

100 esempi di forza e coraggio al femminile, per tutte le donne, grandi e piccole, che puntano sempre in alto. 100 donne straordinarie che hanno cambiato il mondo, 100 favole per sognare in grande!

Alle bambine ribelli di tutto il mondo: sognate più in grande, puntate più in alto, lottate con più energia. E, nel dubbio, ricordate: avete ragione voi. C’era una volta una bambina che amava le macchine e amava volare; c’era una volta una bambina che scoprì la metamorfosi delle farfalle... Da Serena Williams a Malala Yousafzai, da Rita Levi Montalcini a Frida Kalo, da Margherita Hack a Michelle Obama, sono 100 le donne raccontate in queste pagine e illustrate da 60 illustratrici provenienti da tutto il mondo.

Bianco Pitzorno / Maria Antonietta Sisini - Giuni Russo: Da Un'estate al mare al Carmelo

23.03.2017

Il 14 settembre 2004 moriva Giuni Russo. Questa è la storia della sua vita come lei stessa l'avrebbe raccontata e come di fatto la raccontò nel corso di una lunga amicizia all'autrice di questo libro. E' la storia di una voce straordinaria, di un tormentato rapporto con l'industria discografica, euforica per l'enorme successo di canzoni come ''Un'estate al mare'', diffidente nei confronti della voglia di Giuni di sperimentare strade nuove e di praticare, con dieci anni di anticipo, quella ''musica di confine'' che più tardi avrebbe conquistato il mondo.

E' la storia di un'artista orgogliosa del proprio valore ma aperta alle influenze e alla collaborazione dei compagni di strada, primo fra tutti Franco Battiato, che da vero amico le rimase accanto anche nei momenti più difficili. E' infine la storia di un'anima inquieta, di un itinerario spirituale che l'avrebbe condotta alla mistica del Monte Carmelo e poi proporre al grande pubblico la musica sacra di tutte le religioni del mondo.

Mario Bonanno - È vero che il giorno sapeva di sporco

23.03.2017

Per quelli venuti su a bignami di marxismo & dischi di Claudio Lolli, 'Disoccupate le strade dai sogni' è una specie di posto delle fragole musicale. Un disco dove fare i conti col passato, l’amore, le idee, la rivolta, i clown mietitori di sogni, la claustrofobia di regime, l’ultima piazza, il cielo di piombo di Bologna, la cattiva coscienza e le coscienze pulite, le mani in alto, le P38, la polizia, gli indiani metropolitani, Andrea Pazienza e i nuovi fumetti, gli slogan, i cortei, l’eroina, il Movimento, Radio Alice, gli zingari non più felici, la socialdemocrazia in cui siamo precipitati tutti. Attraverso foto, analisi, interviste inedite, testi e contesti, questo libro racconta dell’album, del suo autore, e di diverse altre cose comprese tra il Settantasette e gli afasici anni Ottanta che non sono finiti mai.

Mox Cristadoro - I 100 migliori dischi del Progressive Italiano

23.03.2017

Visto il grande successo di critica e di vendite ecco la nuova edizione del volume "I 100 migliori dischi del Progressive Italiano", riveduta e corretta e con l’aggiunta di 5 nuovi dischi come “bonus track”.

Il meglio della fiorente scena Rock Progressiva italiana dei dorati anni ’70, analizzato attraverso 100 dischi rappresentativi, selezionati da Mox Cristadoro, accreditato esperto e collezionista nonché giornalista musicale, DJ e conduttore radiofonico dagli anni 2000: attività che hanno consentito di incontrare personalmente molti degli artisti trattati in queste pagine, guadagnandone la stima e, a volte, creando un rapporto di amicizia.

Gaetano Massa e Pino Miraglia - Core & Lengua: Il rap in Campania e altre storie

23.03.2017

Uno dei libri fotografici più emozionanti che vi possa capitare di prendere in mano – se vi interessano le emozioni dell’animo, non i lustrini. (Damir Ivic)

Il libro “fotografa”, attraverso immagini dirompenti, i nuovi “poeti urbani”, i rapper di ultima generazione che si nutrono della contaminazione dei diversi linguaggi artistici e delle tecnologie digitali, dando vita e voce alla “Bit Generation” che si esprime, comunica, socializza, crea anche attraverso i social media un’inedita narrazione sonora della realtà urbana e sociale. (Lello Savonardo)

Gaetano e Pino non re/censiscono, ma documentano, viaggiano sul/nel territorio, raccontano le tendenze dominanti e quelle stravaganti, le eccezioni multikulturali, femministe, militanti. (Federico Vacalebre)

Le foto non mostrano solo le immagini di artisti campani ma, ne sono grato agli autori, anche quelle della loro provenienza e dei mestieri che questi giovani conducono fuori dalla scena. (Maurizio Braucci)

Deproducers - Botanica

20.03.2017

Il grande progetto ‘Botanica’ (un album, un documentario, un libro, uno spettacolo-concerto-rappresentazione) è la sintesi di due mondi, digitale e organico.

Le musiche sono state create, composte, eseguite e registrate in giardini, orti botanici, studi di registrazione, Conservatori. I testi, ideati su specifici argomenti delle piante e della natura, sono stati scritti da Stefano Mancuso con la collaborazione di Vittorio Cosma, raccontati dalla voce narrante di Stefano Mancuso e Riccardo Sinigallia.

Le parole di Stefano Mancuso e la musica dei Deproducers raccontano la Botanica in modo semplice ma rigoroso per coinvolgere un pubblico eterogeneo, dall’appassionato di musica a chi è affascinato dalla natura, fino agli alunni/studenti di ogni tipo di scuola, ai genitori, ai nonni. I palcoscenici sono ovunque, da quelli immersi nella natura, agli orti botanici, teatri stabili, auditorium, università ed altro ancora, completamente immersi nelle spettacolari scenografie di Peter Bottazzi ed avvolti nelle innovative proiezioni del visual design Marino Capitanio. E in questa perfetta continuità è racchiuso un lavoro destinato a chiunque voglia conoscere più a fondo non solo il mondo vegetale, ma lo stesso essere umano.

Chitarra, basso e tastiere si scambiano continuamente i ruoli per dare voce ai respiri delle piante, alle gocce di pioggia che sbattono sulle foglie o agli animali che si muovono nella foresta. I brani contenuti in 'Botanica', più che canzoni, possono essere definite "tracce." Quelle da seguire per scoprire un mondo che troppo spesso non guardiamo con attenzione. Quelle lasciate dalle piante sul nostro pianeta. Quelle di un’identità che contraddistingue la Terra che rischiamo di perdere. Da ‘Pianeta verde’ alla title track (‘Botanica’) che chiude il disco è un unico percorso con tante fermate alle quali è impossibile scendere perché il viaggio va vissuto dall’inizio alla fine.

>> Facebook

>> Trailer "Botanica"

Management del Dolore Post-Operatorio - Un incubo stupendo

20.03.2017

"Un incubo stupendo" è il titolo del nuovo album del Management del Dolore Post-Operatorio. Il ritorno dei MaDe DoPo, a due anni di distanza da “I Love You” è stato annunciato lo scorso autunno dal primo singolo “Naufragando” e dal secondo singolo, la title-track “Un incubo stupendo” a gennaio. La combo abruzzese Romagnoli/Di Nardo è stata affiancata in studio da IMURI, band teramana formatasi nel 2014 e composta da Lorenzo Castagna (chitarra), Antonio Atella (basso) e Valerio Pompei (batteria). I membri de IMURI andranno a formare, insieme a Luca e Marco, il quintetto che salirà sul palco per il tour di “Un incubo stupendo”. L’intera produzione artistica del disco è opera dello stesso Marco ‘Diniz’ Di Nardo.

>> Facebook

>> Video "Un incubo stupendo"